Annunci

It’s Christmas time!

IMAG0269 IMAG0270

Finalmente, anche per quest’anno l’albero di Natale è pronto!

E’ una tradizione un pò becera, lo ammetto, ma a me è sempre piaciuto montare e decorare l’albero…fin da quando ero piccola…

Momento di creatività allo stato puro…in solitaria…ogni anno quasi sempre gli stessi addobbi, ma ogni anno diverso…

E quando è completato e si accendono le luci…WOW!

Il solito stupore, misto a meraviglia…misto a sano compiacimento personale per il risultato finale…e diventa un dato di fatto che sta arrivando Natale!

Ma se lo volete proprio sapere dentro di me il Natale arriva quando accendo quest’altro alberino…

IMG_20140206_193733

E’ una piccola capannina di legno con la natività consumata dagli anni e un piccolo alberino spelacchito con il suo misero filino di lucine…

Lontano 1985, l’anno del grande freddo…

Erano più o meno questi giorni qua, e una gelata memorabile bruciò tutti gli ulivi delle colline qua intorno e fece scoppiare i tubi dell’acqua nella maggior parte delle case dei vecchi borghi post-bellici…

Mia nonna fu una delle persone che fu costretta ad uscire di casa finchè i tubi non sarebbero stati riparati e la condizione fosse tornata alla normalità…e per un paio di settimane, poco prima di Natale venne a stare da noi…

Avevo più o meno 10 anni…

Lei tra le sue cose infilate in fretta in una valigia portò con sè questo alberino…il simbolo del suo Natale…

Ricordo che stava seduta proprio nell’angolo in basso a destra della prima foto che avete visto poco sopra, dove c’è il canto del camino…e faceva la maglia…

In quelle due settimane mi sferruzzò un paio di babucce di lana nelle sfumature del rosa e cercava di insegnarmi a fare la maglia… io seduta davanti a lei, ai suoi piedi, vicino all’albero che era proprio nella stessa posizione di adesso…

Era analfabeta mia nonna…ma una grande donna che aveva attraversato due guerre e tanta miseria e nonostante tutto fatto crescere e diventare adulti ben nove figli…da sola…

E mentre io senza grossi risultati e con poco impegno cercavo di imparare a fare la maglia, seguita dai suoi consigli, lei voleva imparare da me a riconoscere le lettere dell’alfabeto e a scrivere…incerta, come un bimbo di sei anni il primo giorno di scuola…

Ricordo impresse nella mente le parole che mi diceva quando, passata un’oretta entrambe abbandonavamo il progetto di reciproco apprendimento:

” Studia Elena, impara a leggere, scrivere e far di conto bene…perchè allora nessuno potrà mai fregarti…”

Quello è stato il mio Natale più bello…

Dopo Natale, quando lasciò la nostra casa e tornò nella sua, l’alberino me lo regalò…e da quel momento quando si accende quel piccolo presepe, l’alberino della nonna, arriva il Natale…

Quando ho lasciato casa dei miei, nei miei innumerevoli giri degli ultimi anni…che poi mi hanno portato a ritornare al punto di partenza… quell’alberino è sempre venuto con me…nel mio bagaglio di affetti…

E ogni anno, quelle lucine hanno significato per me, ovunque fossi, che arrivava Natale…

Anche quest’anno…è arrivato il Natale…nonna…

Annunci

2 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. zonerrogene
    Dic 13, 2013 @ 10:34:37

    Oooo mi hai ricordato tanto la mia nonna. Che è vissuta 105 anni! 😀
    Alex

    Mi piace

    Rispondi

What do you think about?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.