Pillole di casuale saggezza…

Era la mattina dello scorso 1 gennaio…

Dopo il triste pranzo di capodanno con i miei genitori e il mio bambino, senza alcun rituale di festa…ecco che arriva il momento dello scartamento e conseguente godimento dei Baci Perugina…

Al di là del gusto sempre interessante dei cari vecchi Baci, la cosa che cattura maggiormente l’attenzione è innegabile che sia il foglino con la massima numerata impressa sulla velina…

Prima ancora di mettere in bocca il cioccolatino, sfido chiunque a trattenersi dal leggere il contenuto del foglino, cercando una qualsiasi corrispondenza con la propria vita, con il proprio pensiero, con le proprie speranze…e commentarlo dentro di se o insieme a qualcuno con un ‘mah!’ dubbioso se non ci ha indovinato per niente…o con un ‘però!’ entusiasta se ne è capitato uno in qualche modo azzeccato…

Le pillole di saggezza che son venute fuori dai Baci lo scorso mercoledì le ho conservate…

Un pò perchè mi son sembrate in qualche modo azzeccate…e un pò perchè, trattandosi del primo giorno di un nuovo anno, ho pensato: “Chissà…magari possono tornar utili…”

Ed ecco la prima:

“Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile.

E all’improvviso vi sorprenderete a fare l’impossibile”

Francesco d’Assisi

Sono anni ormai che mi costringo a fare ciò che è necessario fino a tutto ciò che mi è possibile…

Che sia arrivato il momento di fare l’impossibile?

Ce la faranno i nostri eroi? …o meglio super-eroi anche senza la tutina, la maschera e i superpoteri, lessi dalla stanchezza come il cotechino…si barcolla ma non si molla????

La seconda:

“Una spugna per cancellare il passato, una rosa per addolcire il presente e un bacio per salutare il futuro.”

G. de Maupassant

Com’è possibile che i Signori dei Baci sapessero che io avrei scartato proprio questo il primo giorno dell’anno? poteva esistere aforisma più azzeccato nella coincidenza spazio-temporale?

La terza delle mie pillole di saggezza:

“Perchè la luce sia splendente, ci deve essere l’oscurità”

Francesco Bacone

Di oscurità ne ho attraversata tanta negli ultimi anni…che sia davvero arrivato il momento della luce splendente???

Ed ecco le due pillole che ha trovato il mio cucciolo di tre anni e mezzo:

“Quello che ti aspetti arriva sempre quando meno te lo aspetti”

Anonimo

e:

“Il saggio non è colui che sa prevedere, ma colui che sa sorprendersi”

Anonimo

Che…voglio dire, trattandosi di un bimbo con tutta una vita da costruire davanti a se, sono due ottimi mantra per crescere, no?

Ma non sarà che i fabbricatori dei Baci, oltre che “maitre chocolatier, siano anche un pò streghe????

Chissà…intanto è stato un bel giro di Baci…gustoso…e molto molto incoraggiante…

No???