Annunci

Una persona ‘credibile’

Era una sera di fine settembre del 2009, in quel periodo ancora vivevo da sola, nel mio appartamentino all’estrema periferia di Firenze…e uscivo spesso la sera per frequentare quello che era diventato il ‘mio’ locale, il posto di ritrovo delle amiche e amici coi quali la serata passava in compagnia e allegria, anche se partivo e tornavo a casa da sola…

Era un locale a metà strada tra il club e la discoteca, conoscevo tutti i barman che ci lavoravano, ero stata la ragazza di uno di loro…e anche se in quel periodo avevo iniziato una nuova relazione (che si sarebbe poi rivelata disastrosa…) quel posto era rimasto la mia isola felice…

Una sera di fine settembre, dunque, mi trovavo in questo posto in compagnia di una mia ex-collega di lavoro che si era trasferita temporaneamente da me (e anche questa esperienza si sarebbe poi rivelata disastrosa…)…e per festeggiare la re-union avevamo deciso di fare un pò di baldoria insieme…

Incappiamo in una serata allegrissima, in cui nel locale era stata organizzata una festa gay-lesbo…gran bella serata, un clima giocoso, disteso, felice…e tra un drink, un ballo e qualche chiacchera conosco Eliana…lesbica per sua spontanea dichiarazione…e la cosa non mi infastidiva per niente, anzi insieme alle sue amiche avevamo formato un bel gruppo di ‘ciane’ varie…

Ridendo e scherzando, arriva la fine della serata…e Eliana prova un tentativo di approccio che andasse oltre la conoscenza…e io, imbarazzata (ma di nuovo per niente infastidita…), da eterosessuale quale sono, son costretta a rifiutarlo…augurandomi di non ferirla più di tanto e cercando di farlo con le parole più adatte che mi venissero in mente per non farle sembrare il mio rifiuto una presa di posizione discriminatoria, che non era assolutamente nelle mie intenzioni, ma solo una mia necessità obiettiva…

Comprendendo il mio imbarazzo,forse, nel momento di salutarci, Eliana mi regala questa frase:

“Un giorno qualcuno non ti chiederà se sei stata una persona credente… ma ti chiederà se sei stata una persona credibile…

Io ricambio il saluto calorosamente, con affetto, e la ringrazio per la splendida serata di sano divertimento che insieme alle sue amiche mi aveva fatto passare…e ognuna di noi riprende la sua strada, la sua vita…

Ma quella frase mi martellava in testa, rimbalzava nei miei pensieri…

Arrivo a casa e la scrivo, la fermo su carta…

“Una persona credibile…”

Quante cose son contenute nella parola “credibile”…cosa rende una persona “credibile”?

Dal dizionario la definizione è:

credibile [cre-dì-bi-le] agg.

  • 1 Che può essere ritenuto vero, che è attendibile SIN verosimile:racconto poco c.
  • 2 Degno di fiducia: persona c.

  • • avv. credibilmente, in modo c.
  • • sec. XIV

 

Credibilità di una persona

Cos’è, oggi, la credibilità

Quando ci troviamo di fronte a una persona elaboriamo sempre un giudizio sulla sua credibilità, e spesso siamo indotti a pensare che essa sia una proprietà intrinseca di quella persona. Secondo il sociologo Guido Gili (2005, La credibilità) la riflessione psicologica e sociologica contemporanea ha modificato questa prospettiva, proponendo che la credibilità sia qualcosa che viene riconosciuto dagli altri, anche se essa non può prescindere da qualità effettivamente possedute da quella persona. Ecco la definizione data da Gili (p.4):

 La credibilità è sempre una relazione tra emittente e ricevente/pubblico, per cui una credibilità universale ed un discredito universale sono i poli estremi di un continuum sul quale si collocano concretamente tante forme e modi diversi di credibilità. Spesso chi è credibile presso un interlocutore o un pubblico non lo è nello stesso modo e per le stesse ragioni presso un altro, come mostra, in modo estremo ed evidentissimo, il caso di molti leader carismatici. Per i loro seguaci rappresentano delle personalità eccezionali, dotate di qualità quasi sovrumane e di una credibilità illimitata; per gli altri possono apparire come degli esaltati, dei pazzi o dei criminali.

Il punto chiave

La credibilità non è una caratteristica intrinseca della fonte, ma è una relazione.(Guido Gili)

La credibilità è soggettiva

La credibilità che attribuiamo a una persona non è “oggettiva” ma “soggettiva”: dipende da come la nostra mente è fatta in termini di ricordi, emozioni, esperienze, capacità logiche, ecc.
Il problema della credibilità di una persona non si pone nei rapporti di familiarità perchè le lunghe frequentazioni permettono di maturarla e sperimentarla nel tempo (anche la familiarità, comunque, non è esente da rischi perchè espone alla manipolazione).
Il problema della credibilità di una persona si pone soprattutto nelle relazioni caratterizzate da livelli crescenti di estraneità e talvolta richiede, affinchè una relazione possa iniziare, una anticipazione di credibilità..
Nel valutare le condizioni per accordare tale anticipazione entra in gioco il concetto di fiducia che è complementare alla credibilità, nel senso che si può parlare di fiducia solo quando l’altra persona è libera di tradirla (non vincolata da norme o imposizioni). Come ha scritto il sociologo Niklas Luhman(Le strategie della fiducia, Einaudi pp.131-132)“la fiducia non nasce da un pericolo intrinseco ma dal rischio. […] Ciò che determina il rischio è un calcolo puramente interiore delle condizioni esterne. […]”

(da: http://www.pensierocritico.eu/credibilita-di-una-persona.html)

                                                               “

Ma al di là delle definizioni e delle riflessioni psicologiche e sociologiche…già belle toste di per sè…nel piccolo della mia vita, cosa realmente farebbe rispondere a me se sono stata o meno una persona credibile, una volta che mi venisse un giorno posta la fatidica domanda?

Cosa rende me ‘credibile’ a me stessa e all’altrui giudizio?

Cosa realmente mi fa essere “degna di fiducia”???

Sono anni che periodicamente quella frase, lanciata lì al termine di una serata inusuale e goliardica, mi torna in mente e mi costringe a guardarmi allo specchio, anche solo per un attimo, per chiedermi:  “eccomi qua… sono una persona credibile”?

Non ho ancora una risposta certa, ma l’immagine che vedo nello specchio è quella di una donna che prova ogni giorno a dare il meglio di sè e per questo non ha rimorsi, nè rimpianti, o almeno cerca di limitare quanto più possibile gli assalti dei sensi di colpa per i tanti errori fatti, ammessi, pagati e il cui costo dovrà essere sostenuto anche da altri, incolpevoli e inconsapevoli, purtroppo…

Sono una persona ‘degna di fiducia’?

Io ho fiducia in me…tanta, forse anche troppa…

Ne sono degna?

Non lo so…spetta ad altri il giudizio…

Ma non lo temo…

Annunci

9 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. ancorase
    Gen 14, 2014 @ 08:44:39

    Forse più banalmente, ritengo che la credibilità sia una corrispondenza tra pensiero e azione e, se vogliamo, anche una coerenza tra questi due con le emozioni che continuamente proviamo. Io sono affezionato alla parola “autenticità” che è una sorta di trasparenza non dispersiva che dà modo all’altro di capire al meglio ciò che sono in quel momento in quella relazione. Essendo credente ho una serie di paramentri per discernere credibilità in me e attorno a me, ma direi che non è l’essere credente che mi rende credibile (in questo concordo con la persona che ti ha detto quella frase) ma è casomai il contrario. E’ dai frutti che giudico l’albero: se produco benessere in me e attorno a me sono credibile e gli altri lo percepiscono “a pelle”, altrimenti sarò costretto a frequentare dei creduloni per avere gratificazioni. Concludo: faccio volontariato in carcere, lì incontro persono palesemente non credibili, persone abituate a stili di vita nella migliore delle ipotesi manipolatori. Ebbene, ti posso dire che la questione della credibilità è divenuta nel tempo assolutamente irrilevante per me… ho imparato a credere nell’incredibile, cioè a lasciarmi stupire dall’umanità profonda che alberga in ciascuno di noi. Io la chiamo fede, ma è solo fiducia (a fondo perduto). Ti ringrazio sentitamente per la dissertazione oltremodo edificante. Ciao.
    p.s. questo è il commento più lungo di tutta la via esistenza da blogger… ti debbo ritenere una persona credibile, non c’è dubbio!

    Mi piace

    Rispondi

    • CrazyAlice
      Gen 14, 2014 @ 10:59:24

      Ringrazio te per il commento profondo e ricco di spunti di riflessione… concordo con tutte le tue riflessioni, e soprattutto con la tua apertura mentale nel ‘credere nell’incredibile’ durante il tuo volontariato in carcere… ti ammiro molto per questa tua attività e per la tua disponibilità al dono e alla fiducia…
      In ognuno di noi alberga un’umanità profonda, quasi istintiva direi…ne sono fermamente convinta…ed è quello che ha fregato me in tante delle mie relazioni passate, in cui ho fatto un’anticipazione di credibilità e quindi di fiducia a fondo perduto, come la chiami tu…e ne sono stata di rimando profondamente ferita… ma Anna Frank alla fine del suo diario, poco prima di essere portata a morire in un campo di concentramento scriveva che credeva profondamente e fermamente nella bontà dell’animo umano…e io la penso esattamente come lei…
      Ancora grazie per il tuo tempo e le tue belle parole che mi hai regalato…
      Un caro saluto!

      Mi piace

      Rispondi

  2. ilgattosyl
    Gen 14, 2014 @ 10:21:27

    Però spiegami perchè alla fine, molti sono affascinati della persona INcredibile…?

    Mi piace

    Rispondi

    • CrazyAlice
      Gen 14, 2014 @ 11:07:25

      Intendi NONcredibile, vero? Credo perchè anticipano fiducia e credibilità, sperando di non venirne delusi o che tale anticipo possa esser confermato dal tempo e dai fatti…è la speranza del cambiamento e in qualche modo l’illusione di poterne far parte che rende falsamente credibili agli occhi dei più persone assolutamente NONcredibili… sono gli occhi con i quali li si guarda che cambiano la prospettiva e la veridicità del giudizio…
      E’ quello che in fondo mi chiedo quando guardo me stessa nel tentativo di dare risposta alla domanda se sono una persona credibile o meno…potrei avere un metro di giudizio errato? e sbagliare profondamente nel modo di giudicare me stessa? e questo quanto può essere condizionante nel mio metro di giudizio della credibilità delle persone che si affiancano giorno dopo giorno nella mia vita?
      Una caro saluto!

      Mi piace

      Rispondi

      • ilgattosyl
        Gen 14, 2014 @ 11:49:46

        ti ringrazio per la risposta esaustiva….ma io giocavo più sulle parole. Sul fatto che INcredibile abbia un significato che non è la negazione di credibile ma vada oltre e faccia vedere poteri e potenzialità che il “normale” uomo credibile non riesce ad avere…e di come spesso sia questo ad affascinare le persone, molto più della più semplice e genuina credibilità.

        Mi piace

      • CrazyAlice
        Gen 14, 2014 @ 12:03:19

        Allora avevo interpretato male il prefisso ‘IN’…tu lo intendevi nel senso dei ‘supereroi’, vero? scherzo…ovviamente…ma hai ragione sui poteri e potenzialità che l’uomo INcredibile possiede…peccato che spesso vengano offuscati dal comune senso del conformismo…e bollati come ‘stranezze’…
        Ma l’uomo INcredibile, come lo intendi tu, è ovviamente affascinante…fa vedere alla persona con cui si confronta che un altro ‘modo’ è possibile, che si può sempre essere migliori, e avanzare nella cognizione della coscienza di sè e degli altri…
        🙂

        Mi piace

  3. Marì
    Gen 16, 2014 @ 12:57:30

    credo proprio di essere una persona credibile…. è che a volte non ci “credo” neanche io 🙂
    un saluto
    marì

    Mi piace

    Rispondi

    • CrazyAlice
      Gen 16, 2014 @ 14:14:43

      La questione è proprio questa! Essere credibile ai propri occhi significa avere fiducia in sè stessi…e almeno per quanto mi riguarda questa è una cosa che proprio non riesco a fare… Per quanti sforzi io faccia, fatico moltissimo a ‘crederci’ anch’io… 🙂
      Un saluto a te e grazie per esser passata dal mio blog!
      Elena

      Mi piace

      Rispondi

What do you think about?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.