Annunci

LIEBSTER AWARD #3 (…aridaje!!!…)

LIEBSTER AWARD

liebster-award   

Ho scoperto con mio grande stupore di essere stata nominata da ‘La ragazza delle arance’

http://miannoiounpo.wordpress.com/

da ‘Coppetta gusto Collins e Mazzantini’

http://evarachele.wordpress.com/

da ‘Pensieri Diretti’

http://pensieridiretti.com/

e da ‘Missporcupines’

http://ildilemmadelporcospino.wordpress.com/

per il Liebster award,  premio che nasce in Germania, premia i piccoli blog e, secondo il traduttore di Google, significa il premio per i blogghettari più cari tra quelli che segui, quelli a cui sei più affezionato…

Ho rimandato la scrittura di questo post, e quindi l’omaggio a chi affettuosamente mi ha nominato per il premio, per diversi giorni…e le 10 domande si sono moltiplicate e diventate quasi un test sulla mia personalità, una sorta di punto X da mettere nello scorrere dei giorni come una foto che ritrae quella che sono, qui, ora adesso…

Quindi capirete che la cosa si è fatta seria…

Come da prassi devo descrivere le regole del gioco, poi risponderò alle domande che mi sono state poste, infine formulerò le mie 10 domande, ma mi impegno a ‘non’ nominare  i prossimi vincitori….

Come ho fatto qualche tempo fa per un altro premio che mi era stato assegnato, preferisco non scegliere tra voi che mi seguite chi deve rispondere ai miei quesiti…ma vorrei che chiunque abbia qualcosa da dire in merito alle mie domande si senta automaticamente nominato e auto-obbligato a rispondere, a una, a qualcuna, a tutte…come vorrete….

Una sorta di ‘bomba libera tutti’ come si faceva da piccoli per vincere a nascondino e liberare il resto della ‘ciurma’ che era stato bombato prima di noi…

Quindi, per il giusto proseguimento, occorre che io elenchi il da farsi:

  • ringraziare e linkare il blogger che ti ha nominato e il suo blog   \/
  • rispondere alle 10 domande poste da chi ti ha nominato    \/
  • nominare altri blog che hanno meno di 200 followers     …e questo non lo farò…
  • ricreare 10 domande    \/
  • comunicare ai nominati la loro la nomina    ….siete tutti  quanti nominati a partire da adesso!!!…ma le mie 10 domande arriveranno solo alla fine!

Stasera tocca a ‘Pensieri Diretti‘…

Queste sono le sue 10 domande:

1)  Che ruolo hai in questo universo?

Madonnina…che domandone…

Nell’universo credo di non avere assolutamente nessun ruolo, sarei oltremodo presuntuosa se pensassi che nella immensa vastità dell’universo io possa avere un qualche ruolo…

Se poi faccio riferimento al mio universo…il mio qui e ora…credo di avere il ruolo fondamentale di riuscire, o almeno sforzarmi, di essere ogni giorno sincera con me stessa e con gli altri, e di avere profondo rispetto per tutte le cose, gli animali, le piante, gli uomini di questo mondo malandato…

Parte fondamentale del mio universo è mio figlio…e allora nei suoi confronti il mio ruolo deve essere quello di fare tutto quello che mi è umanamente possibile per renderlo consapevole del suo corpo, della sua mente, della sua anima, e per far sì che diventi un uomo ugualmente sincero e rispettoso…

Vorrei tanto esser capace di costruire per lui negli anni della sua infanzia una base di serenità emotiva…a cui possa attingere nei momenti bui che dovrà affrontare nella sua vita di adulto, come una fonte di acqua fresca in una giornata di arsura…

2)  Con la macchina [mobile] del tempo [dove] e quando andresti?

Woodstock, dal 15 agosto al 18 agosto del 1969  (3 Days Of Peace And Rock Music)…

3)  Arte o tecnica nella tua vita?

Entrambe…ma la cosa che le soffoca tutte e due è un elevatissimo rigore e una fortissima, quasi patologica, tendenza all’autocritica… anche la psicologa mi dice che devo cercare di alleggerire questo peso che grava su ogni mia azione e su ogni mio pensiero…devo imparare a perdonarmi…

4) Il problema/idea che vorresti essere tu a risolvere/avere?

Il teletrasporto…che mi consentirebbe di raggiungere la persona che amo ogni sera…e addormentarmi serena nel suo abbraccio…

5 ) In quale personaggio del passato vorresti incarnarti?

La principessa Sissi…

Fin da piccola i film della serie omonima, interpretata da Romy Schneider, mia hanno sempre affascinata…gli abiti da sogno, i balli, le principesse, i principi…

Alla tenera età di 10 anni, in un’estate, ricordo che mi feci comprare l’autobiografia ufficiale con le raccolta delle sue corrispondenze epistolari…e lo lessi tutto, nonostante allora capissi la metà di quello che veniva descritto, aspettando di vedere descritto dalla principessa stessa tutto il luccichio della corte…

In realtà ricordo di esser arrivata alla fine del libro e di esserne uscita delusa, per la parte riguardante il luccichio, ma avevo capito che Elisabetta di Baviera aveva vissuto una vita triste, solitaria, depressa, imprigionata…e nonostante tutto aveva esercitato una fortissima influenza sulle questioni politiche del suo tempo…

Elisabetta_di_Baviera

La storia di Sissi, ossia Elisabetta, imperatrice d’Austria… 
 …inizia come una favola. La bella principessa sposa il suo principe azzurro, ma la favola è triste ed ha un finale tragico.
La vita di questa donna fu come un fiume in piena, che tutto travolge ma che è inghiottito dai suoi stessi flutti. Il suo cammino è tortuoso, contaminato da tristi presagi, da dispiaceri e dolori: l’ostilità della suocera, le incomprensioni e i dissapori
con il marito, che pur l’amò profondamente, la perdita di due figli, Sofia e Rodolfo, la morte della sorella, del caro cugino Luigi di Baviera, la scomparsa del cognato Massimiliano, fratello di Francesco Giuseppe.
Infine, il sipario si chiude, oscurando il palcoscenico: Sissi muore, per mano di un fanatico italiano, un certo Luigi Lucheni.
E’ una morte assurda, resa ancora più incomprensibile, se pensiamo che lei fu l’imperatrice più amata della storia e ancora oggi il suo ricordo resta indelebile, per niente scalfito dal tempo.
Dotata di un fascino particolare, dovuto non solo alla sua bellezza ma anche alla sua spontaneità, alla fragilità e nello stesso tempo alla sua forza interiore, incantava chiunque la incontrasse e chi la conosceva nel profondo, rimaneva suo schiavo per sempre, in una sorta di resa incondizionata. La sua figura sottile era sovrastata da una massa di lunghissimi capelli castani, di cui andava fiera, i suoi occhi espressivi erano sinceri e curiosi di conoscere il mondo. Testarda ma tenera, amazzone intrepida e poetessa, indocile all’etichetta severa della corte austriaca, amò intensamente la purezza d’animo del popolo ungherese, nel quale riconosceva la sua indole e che la ripagò con lo stesso amore.

6) Una vita è ben spesa se…?

Diventa sempre più difficile…

Alla fine dei miei giorni potrei dire che la mia vita è stata spesa bene, se in qualcuna delle persone che mi avranno conosciuto e vissuto, rimarrà un ricordo di me…dolce, allegro, amaro…da poter ricordare nei pomeriggi d’inverno di fronte ad una cioccolata calda…come una coccola…

7)  Siamo soli nell’universo?

Credo di sì…

L’universo è talmente tanto grande che se anche ci fosse qualcun’altro…o qualcos’altro su qualche altro pianeta saremmo talmente tanto lontani che ci sentiremmo entrambi, noi essere umano, e loro, tremendamente soli…

Ma volendo sdrammatizzare:

Impottibile che tu Nettuno non ci tia nettuno…su Nettuno ci deve ettere qualcuno!” (cit.)

8 ) Se tu potessi diventare una astronave costituita dalla tua sola mente, senza limiti di tempo, spazio, costi, distanze, dove andresti?

Farei il giro del mondo…

Sono molto anacronistica, lo so, ma io ancora non ho mai preso un aereo nella mia vita…

Quindi se davvero fosse possibile io vorrei vedere ogni continente, nazione, città, paese, strada, vicolo di questo bellissimo mondo…fino ad incontrare gli occhi di ogni essere umano, e vederne la luce al loro interno…

9) Che cosa ti emoziona davvero?

L’affetto…quello vero…quello che ti fa mancare un colpo al cuore…

10) Cosa cambieresti [di te, del mondo, dello stato delle cose]?

Di me niente…mi piace scoprirmi e cercare di comprendere i miei pregi e i miei difetti (…che son tanti…) ogni giorno…

Dal mondo eliminerei la cattiveria, in tutte le sue forme e sfumature, e aumenterei la capacità di pensare, di soffermarsi sulle cose, di comprendere nel profondo…

Dello stato delle cose attuali cambierei tante cose…limitandomi al nostro piccolo grande paese, cambierei l’enorme impoverimento morale e culturale che imperversa, in ogni momento delle nostre giornate, ovunque…come un virus…

————————- O0O —————————

Stasera è stato particolarmente complicato…ogni domanda avrebbe meritato un post tutto per sè…

E ora sono ufficialmente stanca e provata…

Ma domani mi/vi attende l’ultima serie di 10 domande/risposte…e poi avrò finito!!!

Per voi che leggete sarà una liberazione, vero?

Beh, alla prossima puntata!!!

See you soon!!!

Annunci