Annunci

‘Non ce la faccio piùùùùùùùùùùùù…’

Ricordate Magda…la mitica Magda del film ‘Bianco, rosso e…Verdone’ del 1981?

Io sono un paio di giorni che sono come lei…’non ce la faccio piùùùùùùùùùùù…’!!!

E stasera vi racconto come mai…così magari mi sfogo un pò…e riesco ad andare a dormire un pò più serena…

Lavoro in un negozio, con le commesse facciamo i turni, e anche le ferie sono distribuite un pò in qua un pò in là nell’arco dell’anno…

Appena mi trovo un paio di giorni liberi, o riesco ad organizzare un’andata e ritorno anche nello stesso giorno con il treno, parto e raggiungo la persona che amo…che abita a circa 200 km da me…e riprendo il fiato, stacco la spina…faccio il pieno di amore, coccole e dolcezza per riaffrontare un altro periodo di grigia normalità tra un incontro e il successivo…

Immaginatevi quindi l’organizzazione della fuga quando so di avere una settimana di ferie…non vedo l’ora di raggiungerlo, con il mio bimbo, per trascorrere un pò di tempo insieme, senza dover continuamente guardare l’orologio per non perdere il treno che mi deve riportare a casa…

Dal piano ferie avevo una settimana di ferie a febbraio, dal 2, domenica per la precisione…e una a marzo da ieri, sabato 1…

Arriva febbraio, arrivano le ferie…organizzo per raggiungerlo mercoledì 5 intorno alle 19.40…

Iniziano le coliche alle 14…

Un dolore fortissimo…pari al travaglio di un parto…su tutto l’addome, da sotto lo sterno fino al pube e dietro in alto in corrispondenza dei polmoni…una cosa da non stare in piedi…

Chiamo il 118…mi portano all’ospedale, e ci vogliono 4 flebo di antidolorifici, per smettere di contorcermi e comprendere che la dottoressa mi diceva che si era trattato di una colica di aria, che mi avrebbero tenuto in osservazione anche per la notte, ma non c’era posto in reparto, che avrei dovuto passare la notte al pronto soccorso, che se ce la facevo però potevo tornare a casa, con una serie di pillole da prendere e una puntura di antidolorifico da fare se fosse tornato il dolore forte…

Torno a casa, niente viaggio…

Cammino per un paio di giorni come una puerpera che ha appena partorito appunto…il dolore continua, ma è sopportabile, dieta rigorosa in bianco, e via andare…

Invece di andare io mi raggiunge la persona che amo…il mio compagno, per stare con me, convalescente, venerdì e sabato…clima tesissimo in casa, perchè io vivo con i miei, purtroppo, dopo la separazione dal padre di mio figlio…e i miei genitori pensano che io per il bene del bambino non meriti di ricrearmi una vita con una persona che mi voglia veramente bene…

Ma avevo il mio amore con me…e mi sembrava di star meglio…finchè sabato mattina ritornano le coliche…dolore di nuovo fortissimo…mi faccio la puntura antidolorifica…e il dolore anzichè diminuire aumenta…

Chiamo la guardia medica, che arriva, mi visita, mi dice che si tratta di appendicite, mi fa la richiesta per tornare al pronto soccorso, di corsa, se il dolore non passa nella successiva mezz’ora…

Ma il dolore passa…il mio amore mi lascia e riparte per tornare a casa…io martedì rientro al lavoro…

Diverse visite dal dottore dopo, analisi del sangue e 90 euro di ecografia…si scopre che ci sono i calcoli alla cistifellea…e, giusto per non farsi mancare niente, anche l’appendice è realmente infiammata…e tutt’ora vado avanti con le medicine ad orari stabiliti, tra pillole gastroprotettive, antibiotici e acido ursodesossicolico…e si continua con la rigorosa dieta in bianco…. 😦

‘Ma le nuove ferie ci sono a Marzo’ mi dico io…’non manca molto…’

Già durante le ferie di Febbraio il mio compagno, bassista professionista, si era offerto di accompagnarmi a prendere il mio primo basso elettrico, trovato usato sotto Roma ad un prezzo conveniente…avevo organizzato il ritiro…ma niente…

‘Ma le nuove ferie ci sono a Marzo’ mi dico io… anche per la questione del basso…’non manca molto…’

Nuove ferie a Marzo…da sabato 1…

Giovedì scorso prenoto il treno…riusciamo a viaggiare io e il mio bimbo insieme…cosa che non capita spesso, perchè il fine settimana normalmente lo passa con il padre…avviso anche l’asilo del bimbo che sarà assente la prossima settimana perchè ce ne andiamo qualche giorno via…

Finalmente riesco a rivedere la persona che amo… non vedo l’ora di poterlo riavere tra le braccia, di toccarlo, accarezzarlo…guardare e perdermi nei suoi occhi dolcissimi…

Riorganizzo anche con il tipo che mi vende il basso per vedersi ieri nel pomeriggio…

Ma………………..

Giovedì notte il bimbo inizia a vomitare…passa tutta la notte tra vomito e diarrea feroce…tanto che mi ero vista di chiamare di nuovo l’ambulanza da come era diventato bianco e totalmente privo di forze…quasi mi sveniva tra le braccia…

La notte passa insonne per me…ma soprattutto tremenda per lui…

La mattina continua a vomitare e ad avere la diarrea…chiamo la pediatra…

‘E’ un virus…in questi giorni qua da me c’è stata la processione!!!’

Cinquanta euro in farmacia in tutta una gamma di fermenti…il bambino smette di vomitare venerdì nel pomeriggio…

Annullo il biglietto del treno…19 euro che mi rimborseranno…ma me le rimborseranno???

Con uno scoraggiamento e una malinconia indescrivibile avviso la persona che amo, che sabato 1 marzo non posso partire…e non so quanto tempo ci vorrà perchè il bimbo possa essere in condizione di viaggiare…

Lui, con una dolcezza che conosco ma di cui ogni volta me ne stupisce la profondità, si offre di fare il viaggio da solo fin sotto Roma, per andare a prendere il basso per me…e anticiparmene il pagamento…

Io lo amo, lo adoro, e lo ringrazio infinitamente…ma soffro per la sua assenza…per la mancanza che mi logora…vorrei essere in qualunque angolo di tempo e spazio, ovunque…ma con lui…

Nel frattempo il bimbo ieri sta un pò meglio…e comincio a riprogettare il viaggio per martedì…

Esco nel pomeriggio per andare a fare un pò di spesa…torno alle 19… e il bimbo ha la febbre…di nuovo vomita…e torna la diarrea…

E si allontana anche il miraggio di poter partire martedì…

Stare tutto il giorno con i miei genitori in casa è una tortura…ogni cosa che faccio, per me o per il bimbo non va mai bene, e questo anche in situazioni di normalità…figuratevi ora che il bimbo non si sente bene…. lo lascio dormire e non va bene… cerco di tenerlo un pò in piedi perchè digerisca più facilmente quel poco che mangia, in modo da limitare che lo vomiti…e non va bene…assecondo la sua già scarsissima voglia di mangiare e ‘ma era meglio se‘…gli facevi il tè…se gli ho fatto il tè ‘ma era meglio se’ gli davi i biscotti…gli ho dato i biscotti ‘ma era meglio se’……………………..

Sabato rientrerò al lavoro…e sicuramente per allora staremo tutti bene…

…tutti bene…tranne la parte più intima e profonfa di me…

E allora…porca di quella lurida @#[]@$%)!£@#[@@?^?@@!!!!

‘NON CE LA FACCIO PIU’U’U’U’U’U’U’U’U’U’U’…..’ !!!!!!

Annunci

39 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Carlo Galli
    Mar 02, 2014 @ 00:51:41

    Magda… magdaaa. .. magdaaaaa! Capolavoro

    Mi piace

    Rispondi

  2. Niko
    Mar 02, 2014 @ 01:10:39

    … te lo credo che non ce la fai più… senti Alice, scusa la prosaicità, ma sarebbe impossibile trovarti una sistemazione da sola con il bimbo? Il problema è dove collocare il bimbo quando lavori?

    Mi piace

    Rispondi

  3. fausta68
    Mar 02, 2014 @ 08:28:01

    Povera cara, davvero una “triste historia” la tua! Spero che finalmente il tuo cielo si rassereni!!!!

    Mi piace

    Rispondi

  4. Michele
    Mar 02, 2014 @ 09:49:59

    ahhahaha mitico film 🙂

    Mi piace

    Rispondi

  5. Gintoki
    Mar 02, 2014 @ 10:26:38

    Forza e coraggio, che finisca sto periodaccio

    Mi piace

    Rispondi

  6. elinepal
    Mar 02, 2014 @ 11:15:34

    Capisci bene quello che provi. Io mi separai che il piccoletto aveva un anno e alcune volte ho pensato veramente di non farcela. Il positivo è che tu hai comunque l’aiuto dei tuoi genitori. Anche se a modo loro. Io non avevo nessuno. E poi questo tuo bell’amore. È tanto importante per non sentirsi una caccola umana avere qualcuno che si preoccupa di te. Comunque se hai un contratto regolare , la malattia certificata interrompe le ferie. Sicuramente la tua e anche quella di tuo figlio entro una certa età . Certo immagino sarà complicato organizzarsi con i turni ma forse ci puoi provare.

    Mi piace

    Rispondi

  7. la ragazza delle arance
    Mar 02, 2014 @ 13:00:48

    keep calm and carry on 🙂 spero adesso vada un po’ meglio!!!

    Mi piace

    Rispondi

  8. 21
    Mar 02, 2014 @ 16:49:36

    Porella! Dai, dai, pensa alle cose belle! Tutto finisce, bella de zia! :O

    Mi piace

    Rispondi

  9. semprecarla
    Mar 02, 2014 @ 21:13:40

    Alice, arriveranno giorni di “sole”, tu sorridi sempre, anche quando esistono pochi motivi per farlo. Se me lo concedi, vorrei dire la mia sul rifarsi una vita …. Guarda avanti, sii felice, la tua gioia sarà uno splendido futuro per il tuo bambino. Un abbraccio

    Mi piace

    Rispondi

  10. deborahdonato
    Mar 03, 2014 @ 07:24:50

    È una frase, quella di Magda, he cito in momenti topici della mia vita. Be’….e ora come va?

    Mi piace

    Rispondi

  11. samantagiambarresi
    Mar 03, 2014 @ 17:27:04

    Scusami, ma c’è qualcuno che te la sta buttando?!?

    Mi piace

    Rispondi

  12. biobioncino
    Mar 04, 2014 @ 15:50:02

    ma ciao.. ma che piacere .. ma che culo !! 🙂 🙂 .. non sei messa male 🙂

    Mi piace

    Rispondi

  13. ladykhorakhane
    Mar 04, 2014 @ 18:46:16

    Ti mando un abbraccio sperando che le cose vadano un pochino meglio 🙂

    Mi piace

    Rispondi

  14. Riyueren
    Mar 05, 2014 @ 17:13:25

    Spero vada un po’ meglio, oggi.Mi dispiace…coraggio!

    Mi piace

    Rispondi

  15. Andrea Magliano
    Mar 05, 2014 @ 22:29:39

    Spero che a distanza di un po’ giorni, la serenità inizi a ritornare a casa! Purtroppo le cose brutte arrivano tutte insieme, ma dopo ogni tempesta c’è un arcobaleno. Resisti forte e vedrai che giorni meravigliosi arriveranno 🙂 Un abbraccio!

    Mi piace

    Rispondi

  16. cordialdo
    Mar 10, 2014 @ 23:25:11

    La colica renale l’ho avuta anch’io e quiindi so che cosa avrai potuto soffrire. Il tresto lo immagino e dico che è stata proprio “Sfiga nera!”. Spero e ti auguro che sia finita! Ciao, buona notte. Osv.

    Mi piace

    Rispondi

  17. sherazade
    Mar 15, 2014 @ 21:43:07

    o numi santissimi una benedizione scaramantica no? Come vanno dal 10 marzo ad oggi le cose? Inzomma Vitamine??? No! un Margarita per carburare, ma di pomeriggio

    sheravantisullastessabarcadelnoncelofacciopiùùùù

    Mi piace

    Rispondi

    • CrazyAlice
      Mar 17, 2014 @ 22:53:09

      Piano piano le cose son migliorate…almeno di salute stiamo tutti meglio…e quando c’è la salute…
      Conosci qualcuno per la benedizione scaramantica?
      No, perchè potrebbe essere utile…non si sa mai…
      😀

      Mi piace

      Rispondi

What do you think about?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.