Annunci

Just a “Perfect Day”

Nell’inizio del nuovo giorno

ancora lunga la notte

il pensiero vaga

a quando nuova luce sarà

Non un buon giorno, so già

ma sarò viva

per viverlo…

Perfect Day, Lou Reed

Just a perfect day
drink sangria in the park
and then later
when it gets dark, we go home

Just a perfect day
feed animals in the zoo
then later a movie, too
and then home

Oh, it’s such a perfect day
I’m glad I spend it with you
oh, such a perfect day
you just keep me hanging on
you just keep me hanging on

Just a perfect day
problems all left alone
weekenders on our own
it’s such fun

Just a perfect day
you made me forget myself
I thought I was
someone else, someone good

Oh, it’s such a perfect day
I’m glad I spent it with you
oh, such a perfect day
you just keep me hanging on
you just keep me hanging on

You’re going to reap just what you sow
you’re going to reap just what you sow
you’re going to reap just what you sow
you’re going to reap just what you sow”.

“Quando il bambino era bambino,
se ne andava a braccia appese.
Voleva che il ruscello fosse un fiume,
il fiume un torrente,
e questa pozza il mare.
Quando il bambino era bambino,
non sapeva d’essere un bambino.
Per lui tutto aveva un’anima,
e tutte le anime erano tutt’uno.
Quando il bambino era bambino,
su niente aveva un’opinione.
Non aveva abitudini.
Sedeva spesso a gambe incrociate,
e di colpo sgusciava via.
Aveva un vortice tra i capelli,
e non faceva facce da fotografo.
Quando il bambino era bambino,
era l’epoca di queste domande:
Perché io sono io, e perché non sei tu?
Perché sono qui, e perché non sono lì?
Quando è cominciato il tempo, e dove finisce lo spazio?
La vita sotto il sole, è forse solo un sogno?
Non è solo l’apparenza di un mondo davanti a un mondo,
quello che vedo, sento e odoro?
C’è veramente il male?
E gente veramente cattiva?
Come può essere che io, che sono io,
non c’ero prima di diventare io?
E che un giorno io, che sono io,
non sarò più quello che sono?
Quando il bambino era bambino,
non riusciva ad inghiottire gli spinaci, i piselli, il riso al latte,
il cavolfiore bollito,
ed ora mangia tutto, e non solo per necessità.
Quando il bambino era bambino,
si risvegliò una volta in un letto estraneo,
ed ora gli accade sempre,
gli apparivano belli molti uomini,
e adesso soltanto in rari casi,
si rappresentava nitidamente un paradiso,
e adesso lo può al massimo intuire,
non riusciva ad immaginare il nulla,
ed oggi rabbrividisce al suo pensiero.
Quando il bambino era bambino
giocava con entusiasmo
e adesso è così preso dalla cosa come allora
solo se questa cosa è il suo lavoro.
Quando il bambino era bambino,
per nutrirsi gli bastavano pane e mela,
ed è ancora così.
Quando il bambino era bambino,
le bacche gli cadevano in mano,
come solo le bacche sanno cadere.
Ed è ancora così.
Le noci fresche gli raspavano la lingua,
ed è ancora così.
Ad ogni monte, sentiva nostalgia di una montagna ancora più alta,
e in ogni città sentiva nostalgia di una città ancora più grande.
E questo, è ancora così.
Sulla cima di un albero,
prendeva le ciliegie tutto euforico,
com’è ancora oggi.
Aveva timore davanti ad ogni estraneo,
e continua ad averne.
Aspettava la prima neve,
e continua ad aspettarla.
Quando il bambino era bambino,
lanciava contro l’albero un bastone, come fosse una lancia.
E ancora continua a vibrare.”

(P. Handke, da Lied vom Kindsein, in Il cielo sopra Berlino)

Annunci

8 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. elinepal
    Apr 08, 2014 @ 03:15:56

    Adoro

    Mi piace

    Rispondi

  2. deborahdonato
    Apr 08, 2014 @ 06:24:13

    La canzone è struggente e meravigliosa. Finalmente ho trovato il tempo di rispondere alle tue domande. Grazie ancora.

    Mi piace

    Rispondi

  3. fausta68
    Apr 08, 2014 @ 08:34:14

    Magnifico Lou Reed…. adoro Il cielo sopra Berlino, un cult per me!

    Mi piace

    Rispondi

  4. Silvia
    Apr 08, 2014 @ 10:10:38

    Bellissima, buona giornata! 🙂

    Mi piace

    Rispondi

What do you think about?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.