Vai al contenuto

Il rumore del mare

Il mare è uno degli elementi della natura che più esercita un potere quasi magico sulla mia anima…

Vedere il suo muoversi ciclico, ascoltare la sua voce ritmata ma mai uguale, sentirne l’odore umido e salino, toccarne l’acqua rigonfia di elementi minerali che rimangono sulla pelle è ogni volta un’esperienza sensoriale che non ha pari, secondo me, in nessuno degli altri elementi di quella meraviglia immensa che è la natura.

Ricordo una notte, di diversi anni fa…facevo la cameriera…fine estate…ero uscita dal lavoro intorno alle 2 e mezzo…

Non avevo voglia di andare a casa e, a differenza di quasi tutti gli altri giorni, non ero andata al lavoro con la mia motoretta ma in macchina…

Così, quasi mossa da una necessità primordiale di ritorno alle origini, imboccai l’autostrada, direzione mare…

Arrivai a Viareggio (la località marittima più vicina in linea d’aria…) intorno alle 4 del mattino…parcheggiai la macchina, arrivai in spiaggia, raggiunsi il bagnasciuga, tolsi le scarpe e misi i piedi in acqua…poi mi sedetti al confine tra acqua e sabbia e mi misi ad ascoltare il rumore del mare…

Ricordo che provai anche a registrarlo con il microfono del cellulare…ma i risultati furono pessimi…

Rimasi così un’oretta, l’acqua lambiva i miei piedi, le mani affondavano nella sabbia, nel buio quasi completo i miei occhi vedevano luccicare le onde alla flebile luce di uno spicchio sottile di luna…e ascoltavo la voce del mare…

Le lacrime presero a scendere incontrollate e incontrollabili, i pensieri cominciarono a vagare in libertà sconnessa e si confondevano con il ritmo delle onde…lentamente però riacquistavano un loro senso, una loro armonia, una loro musicalità…

Il rumore del mare lentamente mi calmava…mi donava la sua calma…il suo respiro quieto…sempre uguale, ma ogni volta diverso…

Lentamente, il rumore calmo delle onde rimetteva tutto quanto al proprio posto…

Asciugate le lacrime, ripartii verso l’entroterra verso le 5…e arrivai a casa poco dopo le 6 del mattino…e già era giorno…

Sarei dovuta andare al lavoro di nuovo solo nel pomeriggio, così mi misi a letto e mi addormentai di un sonno profondo e leggero… finalmente sereno, rigenerato, carico di una nuova forza…

Ecco il potere che il mare ha su di me…una catarsi rigeneranre e depurativa dei pensieri e dell’anima…

 

19 risposte »

  1. Sì, cara Alice, il mare è magico e il suo rumore per molti versi ipnotico è in grado di lenire certi stati d’animo 🙂
    Buona notte carissima

    "Mi piace"

  2. hai colto in pieno le sensazioni che dà il mare, io abito a cento metri dalla scogliera e il fascino del mare è dentro di me col suo eterno andirivieni, col suo odore di salsedine, col suo sciacquio che lo fa sentire vivo. Ciao, Maria

    "Mi piace"

What do you think about?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.