Vai al contenuto

Book Nomination!!!

Questo award prevede soltanto la citazione della parte di un libro che ci è piaciuto e la nomina di altri cinque blog… 

almeno stavolta ce la caviamo con poco…

Ringrazio con tutto il cuore

Vittorio di ORDINE E CAOS  http://vittoriot75ge.wordpress.com/2014/05/10/book-nomination/

e la cara amica Sun di PENSIERI DISTESI AL SOLE  http://pensieridistesialsole.wordpress.com/2014/05/13/book-nomination/

per aver pensato a me per questo award letterario e spero vivamente di esserne all’altezza…dubbio che peraltro mi assale ogni qualvolta mi viene consegnato un premio…

Il libro che scelgo per l’occasione è:

.
Anno:2011, Autore: Margaret Mazzantini, Editore: Mondadori
.

nessuno-si-salva-da-solo.jpg

La citazione che segue è tratta dalle pagine 20-21

Stasera lo sa. Le persone dovrebbero lasciarsi prima di arrivare a quel punto, dove sono arrivati loro. Perché poi ti resta addosso troppo male. Invece non succede: si arriva fino in fondo, si scola tutta la merda, anche quella che non vi spetta, che rigurgita dai tombini, quella dell’intero palazzo, dell’intera città, di tutte le coppie che si sono lasciate prima di voi, contemporaneamente a voi. Tutte le coppie che si lasciano s’infilano nello stesso buco, ripetono lo stesso giro nel castello degli orrori. No,non bisognerebbe arrivare dove sono arrivati loro. Ai primi sintomi bisogna andarsene, lasciare il campo. Tanto non va meglio, va peggio e peggio. Invece la gente non lo sa. La gente spera e continua a stare male. Ma nessuno sa quanto, solo chi l’ha vissuto sa quanto si sta male. Quando torni e quando vai. Quando cominci a scaraventare le cose, la tazza del caffè dove ti sei versato il vino, il mucchio dei cd. Quando non c’è più nessuna ragione. Nessuno è più niente. Ci vorrà del tempo per tornare ad essere qualcosa. Cani feriti e più cattivi. Ma intanto tutto è morto. Questo è il momento clou. Quando vi siete uccisi e continuate a vivere, vittime e assassini nello stesso buco di cucina. Il momento che vorresti morire e sai invece che nessuno morirà, e questo è addirittura peggio. E sai che è davvero ingiusto. Ma non puoi farci niente. Le cose si sono messe storte e poi si sono annodate storte come rami stregati e tu sei in quella foresta con un tronco che ti preme sul petto. Soffochi.

“Nessuno si salva da solo” di Margaret Mazzantini è un libro importantissimo per me…ricordo di averlo letto appena uscito, di averci pianto, di averci molto riflettuto…In uno dei periodi più bui della mia vita mi ha aiutato a vedere quello che stava succedendo sotto nuove prospettive, a riconoscere in me una giovane donna che meritava una nuova chance…

Queste sono altre frasi del libro, che a suo tempo avevo sottolineato:

“Non ha senso andare nella direzione opposta al tuo stato d’animo.”

“E’uno sbaglio andare a istinto. Ti porta fino a un certo punto,poi ti molla.”

“Le persone diventano semplicemente quello che sono.”

“A 35 anni,con una porta sbattuta alle spalle,sbattuta,rotta. A 35 anni ancora ferma sulla soglia.”

“Ci vorrà del tempo per tornare a essere qualcosa. Cani feriti e più cattivi.”

“E’ sempre stato un vigliacco, se ci pensa attentamente, se gli toglie quel sorriso. Quel modo che aveva di prenderla per la gola, come una pianta tirata fuori dal suo vaso, per baciarla così forte. Per dirle quelle cose…mi manchi, mi mancherai sempre, non ci posso stare senza te, sei nata per me, sono nato per te. Sono gli orsacchiotti che ti fottono. Adesso lo sa. I finti peluche. Quelli che ti suscitano quella nostalgia lì. Di un pupazzo morbido da tenere sotto le coperte con te. Era lei che era stupida. In attesa, come una mendicante fuori da un cinema dove proiettano una storia d’amore.”

“Forse è quello che serve per andare avanti. Una sorta d’impianto di depurazione,che distintegra il sedimentario,non fa scendere niente di duro. Si resta più lievi,perfino più puri.”

“Era stato bellissimo non somigliare a nessuno. Non sapevano che sarebbero rimasti così soli e isolati.”

“E’inutile indagare le occasioni mancate. Non sai mai se ti sei salvato dalla morte,o ti sei perso la vera vita.”

“Come fai a restare te stesso quando passi la vita in stand-by,in attesa di un cenno di assenso?”

“Non si può mai immaginare quanta stupida disperazione,quanta incapacità di vivere c’è in fondo alle persone.”

“Avrebbe dovuto mollarlo quel giorno. Rivestirsi e andarsene. Invece gli aveva riaperto le gambe e il resto. Era innamorata. Tutto quello che voleva fare era illudersi.”

“Il dolore le aveva fatto trovare la sua strada.”

“Delia sapeva che nemico può diventare un corpo.
Una pattumiera,un lavandino intasato.
Un pozzo morto.”

“Odiare il mondo e se stesso per un lungo attimo.
E sorridere.”

“Come gli manca uno sguardo così. Se non lo conosci e vivacchi non ti manca. Ma se una stronza ti ha posato addosso quelle ali lì,ti ha fatto sentire l’eroe di una sceneggiatura temeraria,rimani tutta la vita un mendicante che va in giro a cercare quelle palpebre che si aprono per guardati e si chiudono per imprigionarti.”

“Non sono più disposto a soffrire. Mi sono svegliato una mattina e ho detto basta.”

“Sai di essere diventato la replica di tuo padre. Mentre fingevi di scappare il più lontano possibile da chi ti ha generato.”

“Poteva sentire il suo cuore tremare e battere di felicità. Finalmente il cuore non serviva soltanto per sopravvivere in quelle giornate tutte uguali.”

“Non era destinato a una vita facile. Si prendeva tutto troppo a cuore e troppo dentro.”

“La psiche,come un mare chiuso,fa i suoi viaggi interni. Propone sempre nuove soluzioni,per salvaguardare i tuoi inganni.”

“La fortuna non cade dal cielo,la fortuna sceglie. E noi non siamo nella lista.”

“”I nostri figli cresceranno senza ricordi”Lui aveva sorriso:”Meglio così””

“Potevano camminare in terra e intanto volare in cielo,così soli e lontani da tutto.”

“Nessuno si salva da solo.”

.

Adesso sarebbe il momento di fare le cinque nomine per consegnare il premio…ma io invece di cinque soli, sapete che vi dico? vi nomino tutti e 341!!!!

Ehilà!!!! C’è nessuno??? Avete capito??? SIETE TUTTI NOMINATI!!!!

25 risposte »

  1. Letto anche io in un momento doloroso, forse troppo, forse avrei dovuto leggerlo con più attenzione e seguirne i consigli. Bella scelta. Non sottolineo mai i libri quando li leggo, mi hai fatto venir voglia di farlo…

    "Mi piace"

What do you think about?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.