Annunci

Reblog : Come Marco Tardelli.

Ci sono pezzi, scritti da autori eccezionali, che quando li leggi non puoi trattenere le lacrime…te li senti cuciti addosso come una foto dell’anima fatta da uno sconosciuto, che non sta parlando di te, ma ti descrive meglio di te stessa…
Questo è uno di quelli…leggetelo se volete conoscere qualcosa di me…
Sarebbe stato sfacciato metterlo in sostituzione della mia pagina info…ma confesso che ne ho avuto la forte tentazione…
A Pinocchio va tutta la mia sincera ammirazione per come riesce a descrivere con le parole i moti più profondi dell’anima…della mia anima, guarda caso….

Pinocchio non c'è più

20140726-132825-48505126.jpg

Questo post nasce grazie ad un commento lasciato su questo blog da una persona che stimo molto.

Fumo e lacrime, un binomio indissolubile, due cose che non ti permettono di vedere con chiarezza la realtà, la intuisci, ne percepisci i contorni, ma non riesci a coglierla appieno. E secondo me non è un grosso problema.

Fumare e piangere, non si possono controllare, non ne andiamo fieri, ma fanno parte di noi, e se qualcuno ha da ridire, se qualcuno, per un motivo di cui non me ne puo’ fregare di meno, ha veramente da ridire, non so che farci, veramente.
Si piange e si fuma per le stesse cose, perche ci incazziamo, per darsi un tono, perchè siamo grandi. E fragili.
Si ecco, questo è il motivo vero. Si piange e si fuma per fragilità.

E le persone fragili non si riconoscono facilmente, non urlano, non sanno imporsi, muovono l’aria…

View original post 451 altre parole

Annunci

9 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Pinocchio non c'è più
    Ago 31, 2014 @ 00:38:23

    Confesso che sono imbarazzato, e ringraziarti è il minimo che poso fare, no no, grazie davvero, non solo per i complimenti, ma per aver apprezzato ciò che ho scritto, vedi, come ho già scritto altre volte, quando arriva il momento di premere il tasto “pubblica” mi assale una buone dose di ansia (terrore), si perchè una volta premuto quel maledetto tasto i giochi sono fatti, il telo è caduto e sto lì al centro del boccascena aspettandomi…non so mai che cosa. Insomma ciò che sto cercando di dire è che il mio grazie comprende un bel po’ di cose.

    Mi piace

    Rispondi

  2. Silvia
    Ago 31, 2014 @ 11:37:47

    Sarebbe bello poter arrivare sempre in fondo alle emozioni come viene fatto in questo post…..stupendo! 🙂

    Mi piace

    Rispondi

What do you think about?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...