Annunci

Massacro emotivo

Quando tutto quello che accade mi dice che una cosa non la devo fare…forse è meglio se comincio ad ascoltarne i segnali…

Avevo comprato il DVD originale del film ‘Revolutionary Road’ nel 2009, ma non l’avevo mai visto…

Qualche giorno fa, tra i tanti DVD della mia collezione, tutti ordinati sulla libreria sopra il computer, mi era cascato l’occhio proprio su questo film…proprio questo…proprio adesso…

Un paio di sere nei giorni scorsi mi son trovata a pensare che avrei potuto vederlo…ma una volta era troppo tardi, e la mattina dopo dovevo svegliarmi presto… un’altra avevo in mente qualcosa da scrivere e l’idea di guardarlo era passata in secondo piano…

Fino a stasera…da sola…il bimbo con suo padre…orario ragionevole…mi chiudo in camera, e lo prendo dalla libreria…

Lo inserisco nel lettore…ma il nuovo sistema operativo, appena installato di fresco, non riconosce la periferica…

Potevo lasciar perdere e mettermi a fare un’altra cosa? Forse sarebbe stato meglio…

Macchè…invece mi son fatta anche aiutare a distanza per entrare nel terminale e convincere il pc a far viaggiare il lettore e a leggere il DVD…

Così ho visto finalmente ‘Revolutionary Road’ 

‘Revolutionary Road’ è un lungometraggio del 2008 diretto da Sam Mendes, lo stesso regista di ‘American Beauty’, basato sull’omonimo romanzo del 1961 di Richard Yates. Protagonisti del film sono Leonardo DiCaprio e Kate Winslet, che tornano a recitare assieme a 11 anni di distanza dal successo planetario di ‘Titanic’.

Il film racconta le vicende di Frank e April Wheeler, una coppia di ceto medio nella New York anni cinquanta, divisa tra l’esigenza di assecondare le proprie aspirazioni o conformarsi alle ipocrisie della società dell’epoca.

Questo è quello che dice Wikipedia…

In realtà per me è stato un massacro emotivo, come non mi capitava da tempo di autoinfliggermi…

Gli attori sono superbi…il film è bellissimo…e io mi sono trovata in lacrime convulse e in pensieri tanto ben sviscerati nella pellicola da sentirmeli infilzati nell’anima e nella mente, uno ad uno, con ferocia quasi sadica…

Ecco perchè devo smettere di sognare…ecco perchè è decisamente meglio non sognare, non pensare neppure…e darsi pace…è tutta quanta un’illusione la vita che si vorrebbe vivere…è meglio smettere di cercare quello che non esiste…quello che nessuno può darti…quello che non ti puoi dare da sola…e vivere ogni giorno così…accontentandosi…facendosi bastare il buon sapore del pezzo di torta (…la bellezza delle piccole cose…) invece di aspirare a volerla tutta la torta…o almeno ancora, e ancora, e ancora…

Rassegnarsi…

Tremo mentre scrivo…

La scena finale…

E’ il mio terrore più grande finire senza le parole, senza il sentire reciproco, senza la comunicazione…senza la voglia di esserci…

Dovreste vederlo…o rivederlo…

No…mi correggo…forse è meglio di no…

Annunci

24 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. manutheartist
    Set 02, 2014 @ 07:09:16

    E invece mi hai fatto venire voglia di rivederlo.
    Visto al cinema appena uscito, sono quasi sicura di aver pianto.

    Mi piace

    Rispondi

  2. vagoneidiota
    Set 02, 2014 @ 07:38:39

    Credo che il film, così come una lettura, solleciti quel che portiamo dentro e che in questo momento un “bellissimo” per qualcuna possa corrispondere ad un “maledettamente malinconico” per qualcun altro.
    La verità è che mi dispiace moltissimo per quanto stai portando dentro e vivendo.
    E spero tu non debba mai rinunciare ai tuoi sogni.
    Cassius – see me now

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  3. labloggastorie
    Set 02, 2014 @ 08:17:18

    Film a parte (che un po’ come i libri che le mani scelgono inconsapevolmente e che andrebbero riletti quando è invece la consapevolezza c’è) ti dico: resisti.
    E ti regalo una frase che diceva mia madre: “non sempre un tempo dura”.
    Mi ci hai fatto pensare e sintetizza un momento anche per me. Un abbraccio!

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  4. Papillon1961
    Set 02, 2014 @ 08:36:47

    Non intendo dare lezioni, ma leggerti lascia intendere quanto soffri e non si può non essere coinvolti, quindi ti devi beccare il mio sermone… la vita è un divenire, per sua natura, che alterna momenti belli e meno belli. Non devi smettere di sognare, devi solo accettare il divenire senza cercare l’assoluto, che non esiste. Tra l’altro, cercando l’assoluto si è meno “sensibili”, si perdono tutti i sapori tenui.

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  5. Harrison Fiat
    Set 02, 2014 @ 09:28:16

    adoro chi si massacra come te….
    tanto

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  6. ninjalaspia
    Set 02, 2014 @ 11:51:08

    Cito Oriana Fallaci.
    La Vita ha quattro sensi: amare, soffrire, lottare e vincere.
    Chi ama soffre.
    Chi soffre lotta.
    Chi lotta vince.
    Ama molto, soffri poco, lotta tanto, vinci sempre.

    Kiss, Crazy ❤

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  7. Claire
    Set 02, 2014 @ 12:29:11

    Un momento difficile Elena, certo, ma la notte precede sempre l’alba. Mai, mai, mai … smettere non di sognare, no, ma di crederci, di avere fede!
    Ti abbraccio!

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  8. Laura
    Set 02, 2014 @ 23:05:55

    Un abbraccio Elena, questo brutto periodo adda passa’ (lo diceva la mia cara mamma!!) ❤

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  9. giuliagunda
    Set 03, 2014 @ 00:32:08

    Quel film è un massacro emotivo, hai detto bene. Capisco cosa provi, capisco cosa temi. L’unico modo è distrarsi, godersi qualcosa ogni tanto, fare ciò che ci dà sollievo, e il resto verrà da se. La ricerca di se stessi dovrebbe condurci a una risposta, a un senso di pace, ho sempre pensato che questo dovrebbe essere il risultato finale, di una ricerca fatta come si deve. La pace interiore… chissà se esiste.
    Per il momento puoi guardare una bella commedia, tanto per sorridere un po’.

    Buonanotte,

    G.

    Mi piace

    Rispondi

  10. AlViN
    Set 03, 2014 @ 08:36:20

    Grazie …a te come a tutti … mi fate sentire meno solo e meno “diverso”, un problema per gli altri che poco sopportano uno come me , insoddisfatto, frustrato sempre in cerca, ma di cosa poi!?! Quando non riesci a “sentire” , quando vedi altro, quanto capisci che la cosa più difficile da nascondere è quella che non c’è…e intanto devi continuare a vivere e a fare, perché hai un compito, doveri e si ha bisogno di te. Anche io penso e cerco di convincermi che bisogna vivere delle piccole cose che poi piccole non sono, assaporarle e farle tue, ma è difficile perché siamo fatti di emozioni e allora trabocca il tuo malcontento, ed ecco che ti sta vicino se ne accorge , ne soffre, e di reazione è pronta ad accusarti ad incolparti di non essere all’altezza di quello che ti sei scelto, anche se tu nemmeno sai cosa SEI…
    Buen Camino Alvin

    P.s. il film adesso devo vederlo ^_^

    Liked by 1 persona

    Rispondi

    • CrazyAlice
      Set 04, 2014 @ 02:12:21

      Ti capisco perfettamente, sai? E credo che tu lo abbia intuito leggendomi… Le tue parole confortano me…e mi fanno sentir meno la stanchezza cronica che tutto questo male di vivere mi procura…
      Fammi sapere del film quando lo avrai visto, ci tengo!
      Intanto un abbraccio forte!

      Mi piace

      Rispondi

  11. Helena
    Set 03, 2014 @ 14:34:39

    vidi questo film nel lontano 2009 e lo ricordo molto bene….rivederlo non ci penso neanche!!
    Ciao Elena

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  12. AlViN
    Set 05, 2014 @ 08:31:46

    Ciao Elena, scaricato e guardato… Forse ho scelto il momento giusto per guardarlo, o forse quello sbagliato della mia vita! Non ci sono parole per descrivere questo film o forse non servono. C’e’ quello detto dagli attori e quello non detto, espresso dalla loro arte meravigliosa, e c’è quello non detto da spettatori come noi che lo guardano in silenzio, ma intanto i pensieri si affollano tra cocenti verità e bugie preconfezionate. Grazie per la condivisione o forse no …^_^ , ma sappiano tutti e due che indietro non si torna.
    Buen Camino, Alvin

    Liked by 1 persona

    Rispondi

    • CrazyAlice
      Set 05, 2014 @ 09:55:23

      Ciao carissimo!
      Sono proprio in questi giorni al punto di decidere la partenza per la mia ‘Parigi’… Tutti e tutti mi vogliono ferma…ma io ferma non riesco più a stare… Aumenterebbero i problemi ma potrebbe essere un nuovo inizio… Testa o croce?
      Un grande abbraccio!

      Mi piace

      Rispondi

What do you think about?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...