Annunci

A velocità diversa – The ‘heartsmender’ – Cap.3

Il primo capitolo lo trovate qui: https://crazyaliceinwonderland.com/2014/10/01/a-velocita-diversa-the-heartsmender-cap-1/

Il secondo capitolo lo trovate qui: https://crazyaliceinwonderland.com/2014/10/23/a-velocita-diversa-the-heartsmender-cap-2/

“Vedi amico caro,  quando l’amore intona il suo canto più luminoso, i due cuori uniti da tanto sentire vivono in unico respiro, in unico battito, in un sognante unico sussulto di anima e corpo, di pensieri e gesti, di carezze, abbracci, baci, estasi dei sensi…e non c’è bisogno di parlare, gli sguardi reciproci di entrambi racchiudono una comune visione del mondo, delle cose, delle sensazioni, quasi fossero una cosa sola…”

Continua a muovere le braccia, nella loro danza di parole non dette e uno dei due cuori si volta, schiena all’altro…luccica una lacrima che geme dal suo pulsare che si è fatto ansioso…le loro mani ancora debolmente unite.

L’Aggiustacuori continua:

“Poi la vita nel mondo lentamente, inesorabilmente raffredda i moti dell’amore, i cuori continuano ad andare per mano, ma distratti da tante misere questioni terrene…stanno vicini perchè sanno di trovare nell’altro uno specchio del proprio benessere, si danno reciprocamente per scontati, e tutto diventa abitudine…ma lentamente, inesorabilmente le linee dei loro percorsi cominciano a non essere più parallele, lentamente, inesorabilmente cominciano a prendere direzioni diverse… E iniziano i litigi, le discussioni, le parole che non hanno più lo stesso significato per entrambi, non si capiscono, non si comprendono più… e si alzano le voci, si raffreddano i moti del cuore…e arrivano rabbia e ripicca e rancore e urla…”

“Ed è allora che le loro luci si fanno opache, il loro calore si raffredda…ed è allora che li chiamo, o che arrivano da me, perchè io ricordi loro quello che sono stati, quello che ancora possono essere, se solo riuscissero a ricordare e a ritrovare sepolto nella radice del loro pulsare quel battito speciale che li aveva trovati uniti in uno sguardo, in una parola, in un abbraccio del loro tempo passato…”

“Cerco di aggiustare il loro battito, perchè ripartendo insieme dal ricordo della magia del loro inizio possano tornare a splendere e a battere all’unisono…ma non è facile, ragazzo…non sempre ci riesco…”

Io avevo ascoltato le parole dell’Aggiustacuori quasi senza respirare, e senza distogliere lo sguardo dai due cuori opachi di luce agonizzante di fronte a noi…

Improvvisamente l’Aggiustacuori si ferma, le braccia ancora ferme a mezz’aria.

Tira una folata di vento gelidissimo che stringe il respiro…

I due cuori si separano, l’aria si fa impercettibilmente più buia…

L’Aggiustacuori abbassa le braccia, lunghe arrese lungo i fianchi, reclina la testa sul mento, si fa piccolo e sconfitto…

“Vedi amico caro…non ci sono riuscito…e il mondo intero è adesso più freddo e più buio… Mi dispiace…”

Fine

Annunci

What do you think about?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...