Annunci

E il Grande Fratello ha deciso: SEI STATA LICENZIATA!

licenziato

(immagine dal web)

Succede…

Succede che il 17 Settembre tu firmi il contratto di affitto per la tua nuova abitazione, un nuovo piccolo nido da dove far ripartire la tua idea di famiglia, di mamma, di persona…forte di un contratto a tempo indeterminato che, sebbene part-time, ti da una certa garanzia di un’ entrata sicura, con la quale poter sostenere le nuove spese, sebbene arrancando un pò…

Succede che l’8 Ottobre, tu e tuo ci figlio ci entriate in quella casina dalla porta verde, e diventa il luogo di nuove risate, di nuovi giochi, di nuove brontolate, di nuovi capricci frignoni…ma è il tuo nuovo punto fermo…la tua nuova ‘base terra’ da cui partire in volo verso lo spazio infinito dell’avventura chiamata vita…

Succede che il 30 Ottobre venga indetta una riunione dal capo area della catena internazionale di negozi per cui lavori…e pensi che, avvicinandosi al Natale, sia l’occasione per spronare il personale della filiale alle vendite, e magari che ci esca anche un’aumento di ore per ingrassare un pò i conti dello stipendio dicembrino…e condire con un pò di fatica in più, ma una maggiore serenità economica, le feste splendenti di lucine che chiudono il faticoso anno quasi passato…

Succede invece che il 30 Ottobre ti trovi in mano una lettera con l’apertura della procedura conciliativa, che obbligatoriamente precede il licenziamento, perchè l’azienda multinazionale per cui lavori ha deciso di chiudere il tuo negozio il 15 Dicembre…

Succede che ti rivolgi ai sindacati, che aspetti le lettere di rito e le convocazioni per le riunioni nelle quali verrà decisa la tua sorte… Succede che a distanza di venti giorni ancora non sai se ti verrà offerto un posto di lavoro alternativo, ma è molto probabile che non ci sia più posto per te in quell’azienda, perchè ti offriranno posti liberi in Emilia Romagna, o in Liguria, o chissà in quale altra parte d’Italia, ma è scontato che tu, con un bimbo ancora in età prescolare, e senza più un soldo, già che hai investito tutto quello che avevi (e anche quello che non avevi) nel tuo ‘progetto casa dalla porta verde’, non potrai accettare trasferimenti lontani, visto che il tuo contratto prevedeva solo 18 ore di lavoro settimanali (e niente può farti pensare che possano aumentare), e uno stipendio con il quale sarebbe impensabile sostenere i costi di abbonamenti di treni et similia e lo stare lontani da casa intere giornate in attesa dell’arrivo o del ritorno…

Così succede che ti ritrovi a sistemare per l’ennesima volta il tuo curriculum, lo stampi in copie innumerevoli e lo spargi ai quattro venti…perchè non puoi proprio permetterti adesso di non avere un lavoro…adesso che solo poco più di un mese fa hai deciso che dovevi a te stessa e al tuo bimbo un atto di coraggio che ti facesse uscire dalla melma della depressione e che tornasse a darti la gioia di condividere quattro muri, un micro divano, una televisioncina da 15 pollici e una cesta di giochi con il piccolo ometto più importante della tua vita…

Ma era troppo bello, vero?

“Quell’angelo sporco di fango e senz’ali vuole tornare a volare?” deve aver pensato il Grande Fratello facendosi grandi risate grasse con gli amici…”AghAghAghAgh!!! Aspetta che lo tiro giù io…Lo acchiappo per la cintola e…Sbaaammm!!! lo risbatacchio per bene nella melma in cui deve stare…”

Ed eccomi qua…il Grande Fratello ha deciso che senza le ali e sporca di fango non potevo tornare a volare…e allora via il lavoro…”Sei stata LICENZIATA!!!…AghAghAghAgh!!!!”

Succede…

Succede anche che, e comincio a pensare che non sia un caso, continua a piovere incessantemente…e la melma, guarda caso, si alza e tracima, e invade cantine, case, stivali, anima, mente, cuore…

Succede che torno a cercare lavoro…ancora una volta…di nuovo…

Succede che nelle parole confuse che arrivano dalla televisione sempre accesa sui programmi di informazione a casa dei miei genitori, sento le parole di un lavoratore in piazza che dice “Noi siamo qui oggi perchè non è possibile che la democrazia si fermi davanti ai cancelli di una fabbrica…”

Parole illuminanti per me…la democrazia si sta fermando davanti alla porta del negozio che ho allestito, per cui ho lavorato senza risparmio, al massimo delle mie capacità, che dovrò smontare il prossimo 14 e 15 Dicembre, che continua a ricevere il materiale e le circolari illustrative delle vetrine di Natale e dei saldi dell’inizio del nuovo anno, pur avendo decretato la nostra chiusura il prossimo 15 Dicembre, che continuerà a pagare l’affitto dell’immobile per i prossimi sei mesi, perchè la vera spesa da eliminare siamo noi dipendenti, sono le persone, sono io…con mio figlio, i miei due gatti, e la casina dalla porta verde…

Succede…

Non è per niente bello…ma succede…

Succede che torni a non sapere se sia meglio muoverti subito alla ricerca di nuovo lavoro, oppure aspettare la disoccupazione e nuove proposte che possano arrivare in ambiti totalmente diversi da quelli in cui ti sei messa alla prova finora… Succede che ti sembra di vederti da fuori, e non ti va di rivedere la testa bassa, la schiena curva, gli occhi tristi, la bocca tesa, il passo rassegnato che ti hanno caratterizzato ai tempi degli attacchi di panico e delle goccioline antidepressive… Succede che non ci vuoi proprio tornare ad essere tanto infelice… Succede che vuoi continuare a stare nella tua casina dalla porta verde, e che qualcosa ti inventarai per riuscire a pagare l’affitto e a campare…

Succede che non vuoi mollare…

Succede che ti decidi a scriverne, quasi fosse una sorta di elaborazione del lutto, di un lutto tutto tuo, che vuole portarti a pensare che tu abbia sbagliato di nuovo nella tua vita…. “Ecco, vedi… Potevi aspettare a prendere casa in affitto da sola, potevi startene buona buona a casa coi tuoi a morire dentro minuto dopo minuto, e adesso non avresti il problema di come fare a pagare l’affitto!!!”

“Ecco, vedi?… Hai sbagliato di nuovo!!!”

Ma io non penso di aver sbagliato, sono convinta di non aver sbagliato…solo che adesso devo di nuovo abbassare l’elmo e combattere una nuova battaglia alla ricerca di un nuovo lavoro…e le cicatrici passate, la fatica appena passata ancora dolgono e pesa…ma riabbasso l’elmo e mi butto nella mischia…perchè stavolta chi ha sbagliato non sono io…chi sbaglia non sono io…chi mi affonda e mi tiene la testa nel fango per farmi annegare non sono io…e lottare contro qualcun’altro, contro qualcos’altro…anche solo per convincere chi ti deve assumere che sei la persona della quale non possono assolutamente fare a meno…è una passeggiata in confronto a lottare contro se stessi…e io ne sono un esperta….

Quindi giù l’elmo e ci si ributta nella mischia…che adesso ho fatto pace con me stessa, sono serena… stanca morta, ma serena…

E…dimenticavo…

“VAFFANCULO GRANDE FRATELLO DEL CAZZO!!!!”

Annunci

57 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. tuttotace
    Nov 17, 2014 @ 13:26:37

    Partire dal Vaffanculo è un buon partire Crazy, ci sono momenti in cui il destino è quello di tirare giù l’elmo e stare nella melma. Punto. Il passo che hai fatto tu era un passo importante e lo è tuttora, hai i tuoi che nella peggiore delle ipotesi ti fanno da rete di salvataggio e forse potranno darti una piccola mano in un primo momento. Avere un piano B, anche se non allettante, non è da buttare. Non tutti l’hanno. So cosa stai passando. Lo so bene. Ti abbraccio e spero che il vento giri. Per te e per il tuo bimbo e la vostra casetta dalla porta verde. Non mollare.

    Piace a 1 persona

    Rispondi

  2. dv8888
    Nov 17, 2014 @ 13:26:37

    Cavoli mi spiace. Non mollare e usa cv a raffica

    Piace a 1 persona

    Rispondi

  3. Bia
    Nov 17, 2014 @ 13:44:55

    Brava, tu non hai sbagliato proprio niente. Non pensare mai il contrario perché quella è la porta verso un tunnel oscuro. Molto meglio la porta verde, quella della speranza e delle tue risorse. Chissà che cosa accadrà, ma qualcosa succede sempre e a volte è anche qualcosa di bello: ti faccio tutti i miei migliori auguri!

    Piace a 2 people

    Rispondi

  4. sfogliatella
    Nov 17, 2014 @ 14:00:55

    Ho letto d un fiato… sono senza parole, o meglio mi verrebbe da urlare con tanta rabbia Vaffa###### unirmi a te,ed invece sono qui,inebetita davanti alle tue parole.
    Sguaina la spada e spacca il Culo (perdona il francesismo) agli emeriti imbecilli che tentano di fermarti… tu ce la puoi fare! Tutti ce la possono fare, chi si ferma è perduto,lo grido a te,a me, a chi legge.
    Un abbraccio.
    Mary

    Piace a 1 persona

    Rispondi

  5. Lucia Malanotteno
    Nov 17, 2014 @ 14:01:58

    no, tu non hai sbagliato. A volte le cose vanno in vacca senza tu possa far niente. Noi ad anno nuovo saremo probabilmente una famiglia mono reddito, il mio. E con un nuovo bambino in arrivo e un mutuo che forse dovrà tornare affitto. Non lo so, non lo voglio neanche sapere. ti auguro che la ruota a sto giro, giri giusto! Per te e per il tuo bambino, ma anche per tutti i sogni che avete diritto a costruire!

    Piace a 1 persona

    Rispondi

  6. cammelloblu
    Nov 17, 2014 @ 14:06:19

    Non mollare mai, vedrai che tutto andrà per il meglio!
    Certo che decidere di chiudere un negozio il 15 Dicembre è da geniacci dell’alta finanza… Manco al governo avrebbero trovate così!

    Piace a 1 persona

    Rispondi

  7. Raffaeleuds
    Nov 17, 2014 @ 15:06:15

    …a me è successo il 17 febbraio. Non mi piace. Non mi piace. So cosa si prova, ma ti dirò anche che troverai altro. Sono scontato, ma non sono gratuito in quel che dico. Ti abbraccio forte e non mollare.

    Piace a 2 people

    Rispondi

  8. chiaralorenzetti
    Nov 17, 2014 @ 15:26:00

    Provo una grande tristezza e rabbia per questo mondo che non tiene in conto nulla e distrugge…distrugge e basta.
    Ma tu non mollare, non lo fare: hai fatto un passo e una scelta importante, non mollare.
    Coraggio

    Piace a 1 persona

    Rispondi

  9. paoloxl
    Nov 17, 2014 @ 15:34:41

    Non mollare! un abbraccio!

    Piace a 1 persona

    Rispondi

  10. venereisterica
    Nov 17, 2014 @ 15:39:00

    Tristezza nel leggere quello che ti sta accadendo… Raccogliere il coraggio a 4 mani per poi trovarsi punto e a capo! E’ però importante non mollare e non lasciarsi sopraffare dagli eventi come stai cercando di fare. Ti auguro di trovare presto un lavoro che ti permetta di realizzare il tuo piccolo/grande sogno.

    Piace a 1 persona

    Rispondi

  11. dv8888
    Nov 17, 2014 @ 15:54:24

    Ma che settore merceologico segue questo negozio che viene chiuso appena prima di natale?

    Piace a 1 persona

    Rispondi

  12. Cix79
    Nov 17, 2014 @ 16:03:38

    Sono con te e con la tua lotta. Non hai sbagliato nulla, hai fatto la scelta giusta, quello che ti meritavi. Resisti e ricomincia a lottare con i denti, te lo meriti!

    Piace a 1 persona

    Rispondi

  13. Silvia
    Nov 17, 2014 @ 16:18:08

    Il mi piace è per il tuo spirito che è quello giusto…per il resto è davvero uno schifo, non ci sono parole. Ma tu ce la farai vedrai, non mollare, un abbraccio.

    Piace a 1 persona

    Rispondi

  14. bom76
    Nov 17, 2014 @ 16:29:16

    Cara Elena, mi dispiace tanto. Purtroppo ho scoperto, anch’io sulla mia pelle che non ci si può più essere sicuri di niente in questo periodo. Il posto “fisso” non è più una garanzia..é un bleff ( penso si scriva così..)che ti dà solo l’illusione di essere tranquillo, ma non è vero.
    Che dire..forza e cerca di tenere duro, penso solo che quando si arriva al fondo non si può far altro che risalire! In bocca al lupo! Beatrice

    Piace a 1 persona

    Rispondi

  15. ammennicolidipensiero
    Nov 17, 2014 @ 16:59:11

    merd. mi spiace.
    di fronte a tali vicende smetto di lamentarmi del mio precariato, ché non è proprio il caso.
    massima solidarietà e sostegno.

    Piace a 1 persona

    Rispondi

  16. 17lastella
    Nov 17, 2014 @ 17:14:06

    dove abiti?

    Mi piace

    Rispondi

  17. afinebinario
    Nov 17, 2014 @ 17:16:25

    Questo è un post che non avrei voluto mai leggere Elena. Non è giusto riuscire a toccare un pezzetto di cielo e subito dopo vedere i sogni frantumarsi in mille pezzi. Sei una persona solida, hai un ometto accanto che ti rende forte, non mollare, nonostante tutto!
    La tempesta non durerà ancora a lungo, ci sarà pure un pò di bonaccia a riportare nella giusta rotta la tua vita. E’ il mio augurio e spero di leggere presto notizie confortanti in merito.
    Un solidale abbraccio
    Affy

    Piace a 1 persona

    Rispondi

  18. Ma Bohème
    Nov 17, 2014 @ 17:53:14

    Non dovrei più stupirmi per queste notizie che ormai sono all’ordine del giorno dei riassetti aziendali. Eppure mi stupisco ancora, anzi m’incazzo, per dirla in modo gentile, perché il personale non è un accessorio, perché questo accade a persone come te che si sono appena reinventate il progetto di un’esistenza. E hai fatto benissimo a farlo, per te e per il tuo bimbo.
    Quindi, non mollare! La grinta che traspare dalle tue parole ti farà sicuramente ritrovare quel tassello che per ora manca al puzzle della tua vita. Forza!!
    Un abbraccio
    Primula

    Piace a 1 persona

    Rispondi

  19. edoardovigoni
    Nov 17, 2014 @ 18:20:29

    Nella vita è inutile chiedersi se la scelta effettuata sia giusta o sbagliata… l’abbiamo percorsa perché ritenevamo in quel momento fosse giusta… non perdere la fiducia e un grosso in bocca al lupo!!

    Piace a 1 persona

    Rispondi

  20. Laura
    Nov 17, 2014 @ 19:32:55

    Guarda succede sempre cosi’, proprio quando hai bisogno, non arrabbiarti , fatti aiutare dai tuoi, lo fanno con piacere, lo so, credimi, e non mollare, coraggio, un abbraccio cara, tvb, ❤

    Piace a 1 persona

    Rispondi

  21. Nuzk
    Nov 17, 2014 @ 19:53:24

    Mi dispiace tanto per il lavoro, ma per il resto hai ragione tu! Non hai sbagliato e la tua casina è un bene che ci sia e ti ha già insegnato tanto con tutte le riparazioni che le hai fatto 🙂 Un grande grande abbraccio e in bocca al lupo Elena.

    Piace a 1 persona

    Rispondi

  22. unododici
    Nov 18, 2014 @ 00:01:35

    Coraggio Crazy

    Piace a 1 persona

    Rispondi

  23. protegemoidemesdesire
    Nov 18, 2014 @ 00:47:16

    Non ci conosciamo, ma ti abbraccio. Ho rivisto tanto di me nel tuo racconto. Ti dico solo “la melma và via”. Forza.

    Piace a 1 persona

    Rispondi

  24. Mumaclo
    Nov 18, 2014 @ 07:37:29

    Succede che ti ho letto respirando lentamente ed abbracciando ogni singola parola. E tutto posso pensare fuorché tu abbia sbagliato. Succede che un’ennesima delusione, di cotanto peso, arrivi quanto meno aspettata ma succede anche che tu ora abbia accanto persone come me che fanno il tifo affinché arrivi prestissimo, dietro la bellissima porta verde, quel tanto meritato lavoro. Non sei sola. 💚

    Piace a 1 persona

    Rispondi


  25. Nov 18, 2014 @ 16:24:46

    Accidenti mi dispiace veramente…credo che scrivere e farlo come lo hai fatto tu cmq ti sia servito x sfogare la rabbia ed il rammarico…ti faccio un grande in bocca al lupo..spero tu possa rientrare in carreggiata perchè è giusto che accada…fatti forza!

    Piace a 1 persona

    Rispondi

  26. fausta68
    Nov 19, 2014 @ 20:21:58

    Non hai sbagliato niente….hai fatto benissimo a fare la scelta della casina per te e il tuo bambino ma soprattutto fai bene a scegliere di non buttarti più giù, di non permettere che gli altri ti facciano affondare di nuovo. Forza, la tua nnova positività la sento come segno che le cose cambieranno…
    Ed io ti faccio tantissimi auguri! Hai diritto alla felicità! ❤

    Piace a 1 persona

    Rispondi

  27. nanalsd
    Nov 26, 2014 @ 15:23:28

    Ogni parola sarebbe superflua.
    Ho letto che sei a Prato, cavolo.
    Già volevo scriverti che io, in cerca di lavoro, mi sarei messa a vedere anche per te. Hai un bimbo porca miseria.
    Ti faccio un grande in bocca al lupo, e VAFFANCULO GRANDE FRATELLO.
    Un po’ di sostegno morale può aiutare a non buttarsi giù.
    Ti abbraccio.

    Piace a 1 persona

    Rispondi

What do you think about?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.