Annunci

Incontri

Si fa un gran parlare dei nuovi e vecchi metodi di socializzazione, dei vari tipi di social per incontrarsi, della capacità che stiamo perdendo di stare davvero insieme a delle persone vere, in carne e ossa, che non siano dall’altra parte di uno schermo, piccolo o grande che sia.

Collegandomi a quello che ho scritto nel post precedente, e riflettendo sul fatto che vorrei finalmente trovare una persona con la quale condividere la mia vita, mi sono ricordata di un’ultima volta, più di due anni e mezzo fa, poco dopo aver lasciato il padre di mio figlio, in cui avevo conosciuto una persona dal vivo, alla vecchia maniera, durante un caffè volante, in orario aperitivo, uscita dal lavoro e in attesa di aspettare l’autobus per tornare a casa.

Ricordo che una delle primissime domande che gli rivolsi era quella se fosse single, perchè ho già anche troppi casini nella mia vita e non voglio certo fare in modo che aumentino, e perchè proprio non mi va di mettere il naso nella vita e nei sentimenti di terze persone… mi è capitato di farlo quando ero molto giovane e non mi aveva reso orgogliosa di me…siamo talmente tanti in questo mondo che non voglio arrogarmi il diritto di pestare i piedi di altre donne o di fare lo sgambetto ad altre relazioni.

La sua risposta era stata che era assolutamente libero così, quattro chiacchere, ci eravamo rivisti un paio di volte, ci stavamo conoscendo e, tramite il telefono ci si teneva in contatto.

Accadde però una sera, mentre mi stavo addormentando accanto a mio figlio già addormentato, che squillasse il telefono, e il nome sul display fosse il suo. Con un pò di fastidio risposi, rischiavo di svegliare il cucciolo…e dall’altra parte della cornetta una voce femminile mi aggredì presentandosi come la fidanzata del tipo, e chiedendomi chi fossi io e che cosa volessi dal suo uomo…

Le mie parole furono: “Chi sono io? Ma chi sei te! Sappi che per la persona che tu definisci come tuo fidanzato,TU NON ESISTI!!! Io mi farei qualche domanda e farei qualche domanda a lui, più che a me!”

La discussione andò avanti a più riprese, finchè mandai entrambi al diavolo, gli intimai di non chiamarmi più che di loro non me ne fregava niente, ma di mio figlio che dormiva sì, e dissi loro di risolvere i loro problemi tra sè, senza tirarmi nel mezzo ai loro casini, cancellai i contatti del galantuomo e spensi il telefono.

Il giorno dopo mi chiamò la ragazza, col suo numero stavolta…e mi ringraziò! Mi ringraziò di averle fatto capire che razza di persona aveva accanto e di quanto fosse meschino!

Quindi i rapporti diretti non possono arrogarsi la presunzione di essere veritieri, a meno che la sincerità non sia una dote innata di entrambe le parti in causa…

Ragione per cui, se si considerà la sincerità e l’onestà verso se stessi come una dote personale, il mezzo con il quale ti interfacci con le altre persone non ha molta importanza.

Attraverso un collega di lavoro ho conosciuto di recente un nuovo (per me…magari è una vita che esiste…) social, che mi era stato presentato come un luogo virtuale dove lui aveva conosciuto un paio di ragazze e passato alcune serate in compagnia, molto piacevoli e soprattutto non improntate al sesso (questione che veramente non mi interessa, e di cui non vado in cerca…)

Quindi mi sono iscritta, ci ho fatto un giro e capito che in realtà la maggior parte degli uomini che ci sono dentro sono sposati, fidanzati o Dio sa cosa…

Ma vabbè mi son detta, poco male, semplicemente li evito e passo oltre… ci sarà pure qualcuno che non sia qua solo per avere relazioni extra coniugali!!!

Ho continuato la mia ricerca, spinta a quel punto anche da curiosità statistica, quasi fosse diventato nella mia mente una sorta di studio sociologico…

Sono rimasta sconvolta quando tra le foto che occupavano lo schermo dello smartphone è comparso il marito di un’amica…l’ideale, per me, insieme, della famiglia perfetta…quello a cui aspirano i miei sogni di donna…

Ma che ci fa lui qui? Perchè la necessità di iscriversi ad un social così? Ma cosa cerca davvero la gente che si è iscritta?

Così sono andata a cercare su internet cosa veramente sia questo social e io che credevo che fosse una piattaforma dove poter conoscere ‘persone’ nuove ho scoperto che si tratta invece di un luogo virtuale che raccoglie domanda e offerta di incontri a carattere estemporaneo e mordi e fuggi, se entrambe le parti in causa sentono questa necessità…non si conoscono ‘persone’ ma “c***” e “f***”…

Mi sono sentita una sciocca e ho avuto la conferma di quanto sia ancora ingenua e dannatamente incapace di smettere di aver fiducia nelle persone e nella loro onestà…

Vedere il marito della mia amica a ‘caccia’ mi ha per l’ennesima volta delusa sulle reali capacità di sincerità e rispetto per se stessi e gli altri delle persone…

Non c’è speranza…

Cancello tutto…

Torno nel mio guscio…

Annunci

21 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Antonella Fortuna
    Lug 25, 2015 @ 17:28:33

    E’ un racconto scritto molto bene. Credo che molte persone si riconosceranno in tale storia….. purtroppo di persone simili ce ne sono, eccome! Mi sembra invece più raro che ce ne siano di donne così….poche si abbasserebbero a ringraziare….

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  2. chiarachiarissima
    Lug 25, 2015 @ 17:53:29

    Ma il marito della tua amica poteva almeno evitare di mettere la sua foto: che tristezza…senza parole.

    Liked by 1 persona

    Rispondi

    • CrazyAlice
      Lug 25, 2015 @ 20:01:39

      Già…da una parte sarei tentata di metterla al corrente… poi mi viene da pensare che magari lei lo sa anche e le sta bene così e io non ho nessun diritto di intromettermi…dall’altra, se non lo sa, spero che legga, che si riconosca e che faccia qualche domanda all’altra metà della sua mela…

      Mi piace

      Rispondi

  3. Laura
    Lug 25, 2015 @ 18:54:55

    Mamma mia che tristezza, non capisco queste cose, hai scritto un bellissimo post, molto attuale, un abbraccio cara, buon weekend, ❤

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  4. silviacavalieri
    Lug 26, 2015 @ 08:30:48

    Carissima, purtroppo le persone oneste e sincere tendono a misurare tutto col loro metro. Io e te apparteniamo a questa categoria e così siamo destinate a sbattere il muso contro una realtà squallida che non cessa di meravigliarci, a causa della nostra ingenuità di fondo. Ma tu non ti scoraggiare, sono convinta che la vita (e non qualche social) ti concederà altre opportunità e una persona che ti assomiglia ti riconoscerà per quella che sei e saprà apprezzarti. 🙂

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  5. Claire
    Lug 26, 2015 @ 11:57:27

    Io … ti abbraccio. Virtualmente. La tua è una riflessione che ho fatto molte volte e quindi condivido. Però, però … nelle poche persone che ho tenuto o che sono rimaste al mio fianco sono felice di poter trovare sincerità e trasparenza, anche se la lista si assottiglia sempre più …

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  6. gianni
    Lug 27, 2015 @ 13:07:13

    EH, non credo sia la piattaforma ad essere il problema, o il mondo reale o meno… Ma le persone e le loro finalità… Lo so, sono un filosofo da 4 soldi…

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  7. alessialia
    Lug 28, 2015 @ 11:59:52

    ah vabbè… non ho parole…

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  8. Papillon1961
    Lug 29, 2015 @ 08:35:57

    Mi sei molto simpatica e ti seguo da sempre, ma quando fai così non sono molto d’accordo. Hai delle potenzialità enormi e ci sono tanti uomini che cercano una donna come te… non mi spiego certe posizioni, ma non ti conosco di persona e non so 🙂

    Liked by 1 persona

    Rispondi

    • CrazyAlice
      Lug 30, 2015 @ 00:51:56

      Ti ringrazio dei complimenti, e mi auguro di non averti deluso, solo io non li vedo tutti gli uomini che cercano una donna come me, ma forse sono io che guardo nella direzione sbagliata…è sempre una questione di prospettiva… Poi non capisco le ‘posizioni’ che mi critichi…adoro le critiche, mi aiutano a migliorare, ma questa non mi è chiara…sarà l’ora… Spiegami, che adesso son curiosa di capire! Ti abbraccio!

      Mi piace

      Rispondi

  9. Papillon1961
    Lug 30, 2015 @ 08:56:09

    “Mi sono sentita una sciocca e ho avuto la conferma di quanto sia ancora ingenua e dannatamente incapace di smettere di aver fiducia nelle persone e nella loro onestà…” Qui sta l’errore. Si deve avere fiducia delle persone e della loro onestà. Semmai, facendo uso della esperienza si deve imparare a distinguerle e riporre la fiducia in quelle giuste. Altro aspetto: andiamo per gradi non gettiamoci subito nella dipendenza psicologica dall’altro, rimaniamo noi stessi e avviciniamoci l’un l’altro per gradi. Nel frattempo si può anche andare a letto, ma non “caliamo le braghe”. Non dovremmo farlo mai, nemmeno dopo sposati: sono arrivato alla conclusione che un po’ di formalità nella coppia aiuta a mantenere il rispetto senza prevaricazioni. La troppa confidenza è una sabbia mobile pericolosa (peggiora anche il sesso, dal mio punto di vista perchè azzera il mistero) e poi non ci si confronta più ma ci si manda direttamente affanculo. Bacioni

    Liked by 1 persona

    Rispondi

    • CrazyAlice
      Lug 30, 2015 @ 22:42:10

      Riflessioni molto interessanti…ottimi spunti… grazie… soprattutto quando parli della formalità come mezzo per alimentare il rispetto nella coppia…forse hai ragione… Un abbraccio!

      Mi piace

      Rispondi

What do you think about?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...