Annunci

La magia del Natale

albero-di-natale-con-i-libri 1

(immagine dal web)

E’ quasi natale…di nuovo…

E di nuovo le corse, l’affanno, le cene, i regali, i supermercati, le luci, l’albero, i ricordi, la malinconia, le aspettative, le delusioni, le mancanze…

Ma c’è un momento, che è solo mio e in cui metto la mia personale magia del Natale, in cui mi fermo e penso alle persone che mi vogliono bene, a cui voglio bene, e impacchetto i regali.

Lo faccio di notte, dopo che il mio cucciolo si è addormentato, perchè per lui, e solo per lui, il Natale deve rimanere un’affare serio, una scintilla di sogno a cui credere fermamente…

Quindi appena il suo respiro si acquieta nel sonno tiro fuori i regali, quelli per lui e quelli dedicati a tutto il resto del mio mondo di affetti, dagli innumerevoli nascondigli sparsi per casa e con il mio sacchetto di carte e nastrini, scotch, forbici e spillatrice, mi metto al lavoro, come un folletto di Babbo Natale lasciato nel mondo, silente tutto l’anno, laborioso in una notte sola.

Non voglio mai che vengano fatti i pacchetti dalle fredde commesse indifferenti dei negozi sovraffollati di questo periodo, mi piace lavorarci su, modificarli, aggiungere o togliere qualcosa, trasformarli, renderli un pò miei, e quindi unici, diversi dagli altri.

E via via che scelgo le carte, passo i nastri, tiro i riccioli, annodo i fiocchi, penso alla persona a cui è dedicato il contenuto (spesso minuto e misero nel suo valore commerciale) del pacchetto ed è lì, in quel pensiero, in quel pacchetto fatto con le mie mani, con qualche minuto del mio tempo, con un colore, un abbinamento, un fiocco ogni volta diverso, una briciola per uno della mia creatività, che si nasconde la magia del mio Natale.

Poi nascondo tutto di nuovo, nell’oblio degli armadi, fino a quando non passa Babbo Natale, e il mio cucciolo, di ritorno da un’uscita strategica o la mattina appena sveglio non trova tutto quanto sotto l’albero e la magia si ripete, ogni anno, come ogni anno, finchè riuscirò a renderla reale agli occhi di un cucciolo di uomo che si merita di credere nei sogni e nella fantasia il più a lungo possibile.

Poi i regali che non sono per lui li mettiamo nel sacchettino e facciamo la distribuzione ai rispettivi destinatari, perchè Babbo Natale li ha lasciati a noi, perchè vogliamo bene a quelle persone, e anche se si è sbagliato a lasciarli sotto al nostro albero, sa che noi li porteremo a destinazione, aiutandolo nel suo duro lavoro di queste notti in volo, su una meravigliosa slitta tirata da renne, al suono tintinnante dei campanelli.

E’ quasi Natale…ecco che la magia si ripete…

Annunci