Annunci

Dialogo tra coscienza e ragione

“Sai…adesso mi piaccio…sto imparando a non avere più bisogno di niente e nessuno, ma di avere voglia di tutto e  tutti… sto imparando a scegliere…”

“Da cosa dipende il fatto che ORA ti piaci?”

“Mi piaccio…tutto qui…forse, col tempo, imparo a perdonare…e perdonarMI soprattutto…”

“Il perdono è una questione particolare…”

“Gia…questione particolare…”

“Le azioni fatte, o non fatte, sono figlie di un contesto che spesso non da modo di fare, o di non fare, altrimenti… Una scelta fatta può portare dei dispiaceri, ma perdonarsi non ha senso perchè al momento di quella scelta, forse, non si è potuto fare, o non fare, altrimenti…Ritengo si possa e debba perdonare solo e solamente quando la persona, e quindi anche noi stessi, potesse aver avuto la possibilità di scegliere e, per incoscienza, viltà, stupidità, ignoranza, cattiveria, ha scelto la strada della distruzione in modo consapevole…C’è quindi una colpa, e se c’è una colpa si può anche arrivare a perdonare…”

“Mmmmmm…interessante punto di vista… e infatti la necessità di perdonarsi e perdonare nasce dalla schiacciante presenza di sensi di colpa…”

“La parola ‘colpa’…ma, nel momento storico dei fatti, esisteva un altro modo di agire diverso da quello che è stato fatto e esisteva quindi una scelta, oppure quello che è stato fatto, al momento, era l’unica opzione?”

“Vedi, esistono sempre più opzioni…tutto dipende dal fatto se siamo in grado di vederle e riconoscerle o meno…”

“L’assunto che nelle scelte ci siano sempre più opzioni è la bufala per farci credere di essere liberi, il più delle volte l’opzione è una sola, obbligata quindi…”

“Non sono d’accordo…spesso vediamo un’opzione sola perchè le altre possibili non le vogliamo vedere…la scelta è quindi di fatto già stata fatta, ma la mascheriamo con la mancanza di opzioni e con la conseguente obbligatorietà della stessa, per liberarci del senso di colpa in caso di errore… Dire a posteriori ‘non avevo scelta’ è un modo comodo di togliersi di dosso la responsabilità di una scelta fatta… Ci sono sempre più possibilità, altrimenti non ci sarebbe bisogno di scegliere e la vita sarebbe un percorso rettilineo, sempre uguale a se stesso…”

“Beh, ma la vita E’ un percorso rettilineo…”

“Non credo invece, ci sono scelte possibili in ogni secondo, in ogni attimo…anche adesso…in questo istante che io scrivo e tu leggi”

“Vero, puoi scegliere, se realmente puoi, tra mille opzioni, ma quello che sceglierai qui e adesso sarà conseguente all’attimo precedente e precedente all’attimo successivo, e questo scorrere lineare del tempo, tra causa ed effetto, determina la linearità intrinseca della vita, fatta di tanti tasselli…”

“Concordo sulla successione degli attimi come conseguenza e al tempo stesso preludio di attimi precedenti e successivi… ed è proprio per questo, perchè sono il prodotto univoco e irripetibile di tutte le scelte passate e la sorgente di tutte quelle che verranno, che mi piaccio ORA…”

“Come dico sempre io, siamo figli del nostro passato e gravidi del nostro futuro.”

 

 

Annunci

9 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Piero
    Gen 10, 2016 @ 13:48:07

    Interessante percorso introspettivo. Spesso ci auto celebriamo e mettiamo nel calderone delle scelte ineluttabili tutto ciò che ci è accaduto, dimenticando, come giustamente sottolinei tu, che quelle scelte le abbiamo fatte volontariamente e in piena coscienza.
    Buona domenica, Elena. 🙂

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  2. domenicomortellaro
    Gen 10, 2016 @ 14:11:37

    Constatazioni importanti, direi!

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  3. gimatomi
    Gen 10, 2016 @ 23:15:53

    Bellissimo dialogo interiore. Fossi capace io a perdonare e a perdonarmi. Purtroppo non è semplice, anche se lo stesso discorso lo facciamo spesso anche io e me stessa.

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  4. Curi
    Gen 11, 2016 @ 01:09:15

    Bello, bisognerebbe avere la capacità di ascoltarsi e ascoltare questi dialoghi interiori per capirsi meglio. O almeno provarci. Grande 😉

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  5. Marta Vitali
    Gen 21, 2016 @ 15:48:50

    Ciao! Ti ho taggato in un Tag! Se ti va di partecipare lo trovi nel mio blog! Se non ti va, scusa il disturbo… Ciao Marta! 🙂

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  6. Papillon1961
    Gen 28, 2016 @ 16:57:24

    Davvero bella e cerebralmente stuzzicante riflessione

    Liked by 1 persona

    Rispondi

What do you think about?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...