Annunci

Pace

E’ da un pò di tempo che mi sveglio ogni mattina con un vago senso di insoddisfazione, eppure so che tutto sommato le cose vanno bene così.

Ma la notte, coi sogni che ancora non si arrendono, accidenti a loro, stride col giorno e mi ci vuole un pò ad abituarmi ogni mattina alla rassegnazione.

Sarà che sono stanca di stare da sola, che avrei voglia di amore e abbracci e mani intrecciate e dialogo e scontri anche, perchè no?… sarebbe comunque meglio di quello che ho, che proprio niente non è, ma sono frequentazioni sterili, che lasciano in bocca la sensazione sempre più sgradevole di essere usata e non amata.

La solitudine affettiva è una brutta bestia, alimenta i sogni invece di sopirli, e i sogni sono bestie se possibile anche peggiori.

Ma oggi no.

La giornata che volge al termine è stata una gran bella giornata.

Col mio bambino abbiamo passato una bella mattinata speciale, ricca di complicità, emozioni, sorrisi, baci, abbracci…la realizzazione di un piccolo sogno di questa mamma sempre più sgangherata forse, ma dannatamente orgogliosa del suo ometto.

Poi pranzo insieme e nel primo pomeriggio lo lascio dalla nonna paterna, per stare il fine settimana col il babbo, non prima però di averlo sentito cantare a squarciagola, durante il percorso in macchina, una canzone che passa in radio in questo periodo, biascicata in quell’inglese surreale inventato dai bambini che tanto ricorda l’ Adriano Celentano degli anni ’70, quando cantava ” Prisencolinensinainciusol“, e aver riso, e esser stata brontolata perchè ridevo, e essermi sentita rispondere alla domanda di cosa stesse dicendo che “é in una lingua diversa dall’italiano, mamma, non puoi capire quello che dice!

Poi torno a casa, e di solito è il momento peggiore, perchè la solitudine prima che mi abitui all’idea di non aver intorno nemmeno il mio bambino, si fa davvero pesante…ma oggi no.

Mi metto un paio di pantaloni, una canotta, acchiappo il mio cappello da spiaggia, inforco gli occhiali da sole, le cuffie negli orecchi, una bottiglietta di acqua, il mio libro preferito, esco di casa e inizio a camminare.

13510917_10207719705963057_2686432193166631735_n

Mi faccio a passo spedito i 4 Km circa che mi separano dal parco vicino a casa, mi accompagna la musica e la poesia di Bobo Rondelli, guardo la mia ombra disegnata dal sole sull’asfalto e mi dico tra me e me che tutto sommato, ancora, non sono affatto male…arrivata quasi a quarant’anni mi piaccio come forse non mi sono mai piaciuta, e mi spiace un pò che nessun uomo se ne accorga, ma peggio per loro, non sanno cosa si perdono… (anche se, a dirla tutta, un paio di apprezzamenti, nonostante la musica in cuffia, li ho sentiti, e me li sono intascati, orgogliosa…)

13517588_10207719702762977_7569918959813289748_o

Arrivo nel parco, mi trovo un bell’ulivo giovane sotto cui sedermi, tolgo scarpe e calzini e coi piedi che affondano nell’erba, mi metto a leggere.

Ogni tanto tira qualche alito di vento estivo sì, caldo sì, ma deciso e a suo modo rinfrescante.

Mi guardo intorno, a tratti un occhio sospende la lettura e va al cellulare e tra le altre cose ricevo il preventivo per le ipotetiche vacanze al mare che sto progettando per me e il mio bambino ad agosto. Potremo andare al mare, andremo al mare, anche quest’anno, forse, ce la facciamo…non è ancora detta l’ultima parola, ma probabilmente ce la facciamo.

Sorrido.

Tante volte ho sorriso oggi.

13490582_10207719699842904_7356208756119531840_o

Leggo per un paio di ore, poi il sole comincia a calare, le ombre si allungano e rifaccio il percorso a ritroso che mi riporta verso casa. Ancora la musica, stavolta però metto la radio e mi ascolto anche il notiziario, mentre il mio cappello da spiaggia dondola in sincronia perfetta col mio braccio che accompagna i passi.

Arrivo a casa, prendo il caffè al circolino sotto casa. Adoro il caffè.  C’è il raduno delle Vespa Piaggio e stasera ci sarà della musica rock suonata dal vivo, sentivo il sound check da casa nel pomeriggio mentre mi cambiavo prima di partire. Provavano gli AC/DC. La serata promette bene, e comunque meglio del ballo liscio di ieri sera.

Sorrido di nuovo. Farò la doccia, mi darò una sistemata, metterò i tacchi e uscirò stasera.

Ancora una volta sorrido.

Tante volte ho sorriso oggi.

Oggi sono in pace.

 

Annunci

6 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. labloggastorie
    Giu 25, 2016 @ 21:27:54

    Mi piace quello che leggo, dietro quello che leggo.
    E un sorriso lo lascio per te 🙂

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  2. Drimer
    Giu 25, 2016 @ 21:43:15

    Bellissima ombra, buona serata…col tacco ☺

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  3. gianni
    Giu 26, 2016 @ 10:01:52

    Che finezza il riflesso sugli occhialI! 🙂

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  4. silviacavalieri
    Giu 26, 2016 @ 11:27:44

    Brava. La felicità? dobbiamo uscire e andarcela a cercare!

    Liked by 2 people

    Rispondi

  5. wagaweb10
    Giu 26, 2016 @ 14:42:21

    Smalto sulle unghie!

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  6. wwayne
    Giu 26, 2016 @ 19:38:47

    Visto che condividiamo la passione per la lettura, ti consiglio caldamente questo splendido libro: https://wwayne.wordpress.com/2016/03/20/un-viaggio-memorabile/. L’hai già letto?

    Liked by 1 persona

    Rispondi

What do you think about?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...