Annunci

Le favolose avventure dello Gnappo Gnapposo che non voleva fare il bagno

documento-acquisito

(disegno originale di Elio, 6 anni e mezzo)

In una fredda mattina di Gennaio il vento sferza troppo forte per andare a scuola e anche la mamma al lavoro non va.

Da sotto le coperte, nel buio soffuso di una grigia giornata ventosa nasce allora la storia dello Gnappo Gnapposo.

Non conoscete lo Gnappo Gnapposo? Mai sentito parlare di lui?

Rimediamo subito allora!

Le favolose avventure dello Gnappo Gnapposo che non voleva fare il bagno

C’era una volta uno Gnappo Gnapposo di nome Elio.

E cos’è uno Gnappo Gnapposo?

Dovete sapere che gli Gnappi Gnapposi sono sporchi, molto sporchi perché non vogliono fare il bagno.

Quando la mamma dice di fare il bagno loro protestano sempre urlando a squarciagola, fino a farsi quasi tirare per le orecchie per lavarsi la punta del naso.

Avvenne un giorno che lo Gnappo Gnapposo Elio andò all’edicola e comprò le bolle di sapone.

Aperto il barattolo venne fuori, spinta dal vento, una bolla gigantesca tutta colorata.

Lo Gnappo Gnapposo la vide così bella che decise di infilarcisi dentro.

E cominciò a volare.

Il vento lo portò sopra un paese i cui tetti erano fatti di cioccolata calda.

Erano bianchi, neri, all’arancio e al peperoncino e le finestre tutte colorate come le lentine ricoperte di smalto.

Gli alberi erano fatti di glassa dorata e dai rami uscivano bibite gassate.

Volò poi su un paese fatto dal mare.

C’erano case fatte di acqua, i tetti di conchiglia e squali in abito elegante che camminavano per andare al lavoro.

Gli alberi erano alghe verdi su tronchi di ghiaccio salato.

Certo che se ne vedevano di paesi strani da dentro la bolla di sapone!

Improvvisamente la bolla si ruppe e lo Gnappo Gnapposo Elio cadde su un terreno morbido fatto di peluches e caramelle.

Era il paese dei giocattoli dove ogni cosa era un gioco.

C’era un camioncino giallo e una bambola di pezza vestita da astronauta.

Fece cenno allo Gnappo Gnapposo Elio di salire a bordo e il camioncino partì veloce su una pista piena di tornanti e giri della morte.

Era divertentissimo!!!

La pista finiva davanti alla porta di un castello di sabbia di fronte ad un mare in tempesta disegnato, come un gigantesco quadro.

Sulla riva il pirata Senz’occhio invitò lo Gnappo Gnapposo Elio su una gigantesca nave dalle vele invisibili di un rosso acceso.

La nave levò l’ancora tra gran fragore di corde e strepito di legni antichi e veleggiò verso un punto lontano.

In fondo al grande quadro del mare c’era una porta.

Dalla punta di prua della nave lo Gnappo Gnapposo Elio la aprì, e salutando il pirata Senz’occhio saltò giù.

Era tornato a casa.

La mamma era seduta sul divano e stava leggendo un libro.

“Mamma! Ho fatto un viaggio bellissimo dentro ad una bolla di sapone! Andiamo a fare il bagno insieme che ti ci porto anche a te nel paese di cioccolata, quello del mare, quello dei giocattoli, sulla nave dei pirati e dentro ad un quadro? Vedessi che bello!”

La mamma lo prese per mano ed andarono a fare la doccia insieme per viaggiare con la fantasia in tutti i mondi incontrati dallo Gnappo Gnapposo Elio dentro alla gigantesca bolla di sapone colorata.

Da quel giorno lo Gnappo Gnapposo Elio non protestò più quando era ora di fare il bagno e raccontando le sue storie agli amici Gnappi Gnapposi come lui, convinse tutti che lavarsi era una cosa bellissima!

E da quel giorno gli Gnappi Gnapposi divennero tutti lindi e puliti e profumati proprio come una bolla di sapone.

Fine

E & E

Annunci

1 Commento (+aggiungi il tuo?)

  1. Orso Chiacchierone
    Gen 17, 2017 @ 14:57:10

    Bellissima storia e bellissimo disegno! 🙂
    Mi piacciono gli squali in abito elegante!

    Mi piace

    Rispondi

What do you think about?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...