Annunci

Message in a Bottle

“So che in questi tempi strani, un post su facebook può essere preso in vari modi… Io li prendo come messaggi scritti e messi dentro una bottiglia… affidati al mare… Sono contento che tu abbia trovato la mia bottiglia…”

Inizia qua il complesso tentativo di sciogliere l’ennesimo grumo di pensieri sparsi che gironzolano nella mia mente da qualche giorno, da quando mi sono stati denominati pensieri e parole come ‘messaggi nella bottiglia’.

Cosa si nasconde davvero dentro i pensieri e le parole?

Credo che ogni uomo sia un’isola, ma che siano, pensieri e parole, davvero, messaggi lanciati nel vuoto tra un’isola e un’altra, in cerca di comprensione, in cerca di interpreti, in cerca di chi abbia voglia di allungare la mano e raccoglierli e, fatto questo, riesca a coglierne il vero significato?

Sta qui, nei messaggi lasciati nella bottiglia, l’essenza della comunicazione vera tra due persone, della reale comprensione e quindi il tentativo della creazione di un linguaggio comune che consenta la nascita di un istmo sottile tra le due isole che possa alla fine riuscire a ridurne la distanza?

E cosa può essere un messaggio in una bottiglia?

Forse un pensiero, una frase, una parola, il movimento di una mano, una ruga sul volto, la piega delle spalle, il muoversi rapido degli occhi, il tono della voce, l’incresparsi delle labbra, un taglio di capelli, un nastro rosso  al collo, un silenzio prolungato… tutto allora, ogni singola cosa che ci appartiene e che ci definisce come isola è al tempo stesso un messaggio lasciato nel vuoto in attesa che qualcuno lo raccolga e lo decifri.

Perchè tanto bisogno di comunicare e soprattutto di essere compresi?

Quanti messaggi, aspettative, illusioni, fatica, pensieri, parole, movimenti, silenzi, sprecati in questo tentativo assurdo e titanico di avvicinare due isole?

E soprattutto…soprattutto…

Io, cosa ci metto dentro le mie bottiglie?

Quali sono i miei messaggi?

Perchè tanto bisogno di comunicare e soprattutto di essere compresa?

Io sono felice di essere un’isola, in questo momento della mia vita…eppure manca, ebbene sì, manca tremendamente, contro ogni razionale elucubrazione volta ad evitare che ne possa sentire la mancanza… manca, dicevo, chi tenda la mano, chi raccolga la bottiglia, chi ne legga il contenuto, e soprattutto… soprattutto, chi riesca a comprendere il messaggio…non nella sua esegesi logica, ma nella sua essenza di sensazioni, emozioni, anima ed energia vitale.

Ammetto di non rendere la vita facile, forse…

Mi sono accorta di essere sufficientemente complessa, da risultare ostinatamente incomprensibile e profondamente antipatica anche a me stessa… non possono essere messaggi limpidi e cristallini quelli all’interno delle mie bottiglie…

O forse sì? Che sia tutto estremamente meno complicato e semplice, come se lo facesse un bambino?

Perchè però, se è così semplice come lo facesse un bambino, nessuno ancora comprende davvero? Nessuno ancora mi ‘sente’ davvero?

Cosa c’è scritto nelle mie bottiglie di così incomprensibile o in quale lingua sconosciuta ai più è scritto il mio messaggio?

Nella musica le pause costruiscono la melodia, con un ruolo non meno importante delle note, con un loro linguaggio nascosto di silenzi.

Che sia fatto di silenzi, il mio messaggio? Proprio io che amo parlare ed esprimermi con le parole, che abbia lasciato alle pause il senso del mio messaggio? Per ingannare tutti…per non essere trovata…perchè solo chi riesce a leggere i silenzi possa comprendermi…

E allora ecco, forse, cosa è scritto nel mio messaggio… ” ‘ascolta’ il mio silenzio “…

Chissà…

Mi sono stretta nelle spalle, proprio adesso…che sia un messaggio anche quello?

.

.
Message in a Bottle
The Police
.
Just a castaway
An island lost at sea
Another lonely day
With no one here but me
More loneliness
Than any man could bear
Rescue me before I fall into despair
I’ll send an SOS to the world
I’ll send an SOS to the world
I hope that someone gets my
Message in a bottle
A year has passed since I wrote my note
But I should have known this right from the start
Only hope can keep me together
Love can mend your life
But love can break your heart
I’ll send an SOS to the world
I’ll send an SOS to the world
I hope that someone gets my
Message in a bottle
Walked out this morning
Don’t believe what I saw
A hundred billion bottles
Washed up on the shore
Seems I’m not alone at being alone
A hundred billion casatways
Looking for a home
I’ll send an SOS to the world
I’ll send an SOS to the world
I hope that someone gets my
Message in a bottle
Sending out an SOS
.
Compositori: Gordon Sumner
Annunci

What do you think about?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...