Nel suo respiro

.

Nel suo respiro,
placido,
si ferma
ogni rumore,
si riempie
ogni silenzio.

.
Nel suo respiro,
dolce,
si calma
ogni tormento.

.
Sonno giunge,
pesante,
senza sogni.

.
Li lascio a lui,
preziosi,
casti,
fanciulli,
vivi,
veri.

.
Racchiusi,
nel suo respiro.

 

E.

La bellezza della Signorina Rottenmeier

Operazioni pre-nanna, rallentate da pensieri disordinati e assonnati che riassumono la giornata.

Così, tra una manica del pigiama e l’altra, tra i denti da lavare e le manine da cui togliere le ultime tracce di pennarello, nascono conversazioni dolci, infantili, surreali a tratti, ma talmente genuine da raccoglier quasi in sè l’essenza di una madre e un figlio.

“Mamma, sei bella.”

“Macchè bella, amore, la mamma è brontolona, come la Signorina Rottenmeier!” (tentativo maldestro, il mio, di chiede scusa a fine giornata al mio cucciolo per le volte in cui immancabilmente mi sono trovata ad alzare la voce o costretta a riportare l’ordine delle cose nella noiosissima direzione imposta dal mondo dei ‘grandi’…)

“Eh, ma la Signorina Rottenmeier è brontolona, sì, ma è anche tanto bella! E tu mamma sei bella e brontolona come la Signorina Rottenmeier! Abbraccio!”

Strano modo di vedere la bellezza hanno i bambini…ricordo che a me la Signorina Rottenmeier stava proprio antipatica…e vinceva Heidi, 10 a 0, non c’era proprio gara, su tutti i fronti…hai voglia lei a urlare “Adelaide!” o “Misericordia!”…

Che sia un malcelato avvertimento?

Sto forse sbagliando qualcosa?

E poi proprio la Signorina Rottenmeier, con quella faccia a punta e quella voce stizzita!

Strano a dirsi quanto sia vero il detto che “la mamma è sempre la mamma”…ma porca miseria, la Signorina Rottenmeier proprio no!

Urge ritocchino addolcente…smussatura dei miei spigoli…sorriso alla vita…e dosi copiose di abbracci!

A cosa servono le rane

rimbalzello2-600x335

(immagine dal web)

Un pomeriggio assolato di mezza estate…una spiaggia…un bambino e la sua mamma…

“Guarda cosa ho trovato!” dice la mamma al bambino, richiamandone l’attenzione su un sasso piatto, di quelli che con maestria a lei sconosciuta qualcuno riesce a far rimbalzare sull’acqua…

Il bimbo lo prende, corre a sfiorare l’acqua coi piedini e lo lancia in acqua.

Il sasso affonda.

La mamma ne cerca altri e li porge al bambino che intanto le è tornato incontro, dando le spalle al mare, con in volto dipinta una faccia interrogativa.

“Prova a tirare questi, c’è una tecnica, il babbo ci riesce…prova a muovere il polso così.” e cercando di copiare i movimenti del polso di chi riesce a farli rimbalzare davvero i sassi sull’acqua, la mamma mostra al bambino un goffo mimo di un lancio.

“Ma ci sono le rane nel mare?” chiede allora il bambino.

La mamma con aria stupita risponde: “No, nel mare ci sono i pesci…perché? ”

“Non c’è una tecnica, mamma…Il babbo ci riesce nel lago perchè ci sono le rane sotto che prendono il sasso nella testa…la prima salta e lo passa alla seconda, poi la seconda salta e lo passa alla terza e così via…ma qui non siamo nel lago, siamo al mare e le rane nel mare non ci sono…ci sono i pesci…e i pesci non lo fanno”

La mamma sorride di un sorriso sereno, arrendendosi alla logica della fantasia, in cui non esistono sensi di colpa, obiettivi da raggiungere, senso di incapacità, sforzi e frustrazioni…

Nel mondo dei bambini è tutto così… semplice…

Abbraccia suo figlio e consegna nelle sue manine i sassi piatti raccolti per lui…

Il bimbo li prende, corre a riva, e li lancia tutti insieme nel mare…

Affondano tutti, ovviamente…ma solo perchè, nel mare, non ci sono le rane…

                                      

“…perchè sei vecchia…”

Mio figlio: “Mamma, te non mi racconti mai i tuoi sogni…”

Io: “Io non ricordo mai i miei sogni…”

Mio figlio: “Ma te sogni, mamma, o no?”

Io: “Credo di sì, come tutti, solo che non me li ricordo quando mi sveglio…”

Mio figlio: “Io invece credo che tu non sogni più, mamma, perchè sei vecchia…e i vecchi smettono di sognare…”

Ecco…appunto…quello che mi mancava stasera era giusto giusto una pillola di saggezza infantile…lapidaria, sintetica, incontestabile, veritiera…e cattivissima…racchiusa in una dolcezza infinita… 😀

Vagando in rete senza meta…

Capitano quelle sere in cui ti giri nel letto e non prendi sonno…

Così, invece di girar per casa prendi il cellulare e fai un giro in rete, ti connetti ai social, curiosi un pò in giro, in attesa che arrivi anche per te il momento di chiudere gli occhi e staccare la spina…

In una serata così, qualche giorno fa ho incontrato un sito internet che si chiama LibrodiMe (ecco il link http://www.librodime.com/).

L’idea che sottende il progetto del LibrodiMe  è che si crea un libro vero, per immagini, in cui il protagonista diventa tuo figlio o tua figlia, di fatto l’ometto o la signorina più importanti della tua vita.

Nella pagina iniziale si inserisce la località, il nome del bimbo, il colore dei suoi occhi e dei suoi capelli, e la storia prende vita, con tuo figlio o tua figlia al centro delle vicende del libro.

Un’idea geniale!!!!

Se poi decidi di acquistare il libro, questo viene stampato in unica copia per tuo figlio o tua figlia, e ti viene spedito a casa…

Cosa posso aver fatto io? L’ho comprato immediatamente!

Aspetto adesso che mi arrivi la copia cartonata, e nell’attesa vi faccio vedere il libro di Elio…il mio ometto meraviglioso, protagonista di un libro scritto apposta per lui!

Altro che Peppa Pig o Winnie Pooh! Lui è Elio…il mio Elio!

Schermata da 2015-02-13 20:57:21

Schermata da 2015-02-13 20:57:33

Schermata da 2015-02-13 20:57:45

Schermata da 2015-02-13 20:57:56

Schermata da 2015-02-13 20:58:03

Schermata da 2015-02-13 20:58:11

Schermata da 2015-02-13 20:58:25

Schermata da 2015-02-13 20:58:31

Schermata da 2015-02-13 20:58:38

Schermata da 2015-02-13 20:58:46

Schermata da 2015-02-13 20:58:53

Schermata da 2015-02-13 20:58:59

Schermata da 2015-02-13 20:59:05

Schermata da 2015-02-13 20:59:12

Schermata da 2015-02-13 20:59:17

Schermata da 2015-02-13 20:59:24

Schermata da 2015-02-13 20:59:30

Schermata da 2015-02-13 20:59:36

Schermata da 2015-02-13 20:59:41

Schermata da 2015-02-13 20:59:48

Schermata da 2015-02-13 20:59:54

Schermata da 2015-02-13 21:00:06

Schermata da 2015-02-13 21:00:16

Voci precedenti più vecchie