Annunci

Agosto

(immagine dal web)

Lamenti costanti di anime spente

in un frastuono silente

di menti assenti.

Cicale versano lacrime rumorose

sulla mia anima che più non duole

e più non vuole i pianti altrui.

Leggero vola il falco vicino al sole

lasciando le pene a chi a terra langue

ignora il canto triste di chi striscia lento.

Io sono falco adesso e volo alto

lascio zavorre tristi a chi piange

sventure amare senza provare a spiegare le ali.

Io sono falco e volo leggero

taglio legacci usati di chi tira in basso

la mia anima pronta a toccare il sole.

Annunci

Si respira l’estate

Si respira l’estate…

Nelle note ben suonate di un complessino che si esibisce nella piazzetta dietro casa, davanti ad una platea spenta di poche anime stanche, distratte, disinteressate.

E viene voglia di ballare.

Perché Lucio Dalla, De Andrè, Battisti e tutta l’allegra brigata di quegli anni in cui l’Italia sognava ancora, lo sapevano bene il fatto loro.

E anche Vasco non scherza.

Per non parlare di quello che girava fuori dall’Italia… Fantastico.

Peccato che non sia con me il mio cucciolo… ci saremmo divertiti stasera.

Lui non c’è però… io ascolto… faccio quasi per intero il pubblico di questi bravi artisti e musicisti… e scrivo.

Che bella serata stasera… si respira l’estate.

Si chiamavano i Tara Baralla…e hanno chiuso dicendo:

“Che la buona musica sia sempre con voi, che vi dia gioia e vi protegga…

Let’s Rock!”

Amen…per Dio!

 

Come un temporale estivo

(immagine dal web)

.

Scorre il tempo in un levare zoppo

che oggi non batte in pari.

Vento caldo di desideri accesi,

tenuti a bada ma mai sopiti,

scuote la mia anima. 

E’ come un temporale estivo. Dentro.

.

E.

Tramonto

20160905_194938

(immagine personale, 05/09/2016, ore 19:45)

 

Finisce l’estate.

 

Con essa lentamente si chiude

lo spiraglio di cuore aperto

allo sbocciare dei fiori di aprile.

 

Arriveranno autunno e vento

che il cuore nasconde sotto grigi colori

e coltri di abiti goffi.

 

Dormiranno  le emozioni nel gelido inverno

gravate di altri pensieri pesanti.

 

Mi preparo al letargo del cuore.

 

Lascio che vadano il calore ed il sole

e con essi i ricordi della mia stagione più bella.

 

Aspetterò la nuova primavera.

 

Saranno capelli più canuti 

e spirito sempre più stanco. 

 

Ma

 

prima o poi

 

sarà primavera

 

di nuovo.

E.B.

Tregua

Finita la giornata di lavoro, prima del solito stasera.

Direzione ovest. Il sole ancora alto, di fronte, caldo.

Occhiali da sole e lo sguardo in faccia a quel sole, mentre guido verso casa.

Finestrini abbassati, il vento entra, vortica, piacevole, tra me, i pensieri e il sole. È fresco.

La sigaretta nella mano sinistra mischia il suo fumo ai flussi dell’aria che accarezzano i capelli.

Un tratto di campagna a destra e sinistra, e improvvisi si alzano in volo degli storni al termine del loro pasto o disturbati, forse, dal mio passaggio.

Passano vicini. Volano…loro.

Risuonano dallo stereo ad alto volume tre pezzi meravigliosi degli R.E.M.

Hanno sempre avuto il potere di rilassarmi gli R.E.M., chissà per quale matematico gioco di alchimie musicali.

Mi rilasso, respiro.

Estate, caldo…sorrido.

È tregua.

Pace…un attimo di pace.

Everybody Hurts (R.E.M.)

When your day is long
And the night, the night is yours alone
When you’re sure you’ve had enough
Of this life, well hang on

Don’t let yourself go
‘Cause everybody cries
And everybody hurts sometimes

Sometimes everything is wrong
Now it’s time to sing along
When your day is night alone (Hold on, hold on)
If you feel like letting go (Hold on)
If you think you’ve had too much
Of this life, well hang on

Everybody hurts
Take comfort in your friends
Everybody hurts
Don’t throw your hand, oh no

Don’t throw your hand
If you feel like you’re alone
No, no, no, you are not alone

If you’re on your own in this life
The days and nights are long
When you think you’ve had too much of this life to hang on

Well, everybody hurts sometimes
Everybody cries
Everybody hurts sometimes
And everybody hurts sometimes

So hold on, hold on
Hold on, hold on, hold on, hold on, hold on, hold on
Everybody hurts

Written by Bill Berry, Michael Stipe, Peter Buck, Michael Mills
 .
 .

At My Most Beautiful (R.E.M.)

I’ve found a way to make you
I’ve found a way
A way to make you smile

I read bad poetry into your machine
I save your messages
Just to hear your voice.
You always listen carefully
To awkward rhymes.
You always say your name
Like I wouldn’t know it’s you,
At your most beautiful.

I’ve found a way to make you
I’ve found a way
A way to make you smile

At my most beautiful
I count your eyelashes secretly.
With every one, whisper I love you.
I let you sleep.
I know your closed eye watching me,
listening.
I thought I saw a smile.

I’ve found a way to make you
I’ve found a way
A way to make you smile.

Written by Bill Berry, Michael Stipe, Peter Buck, Michael Mills

.

Nightswimming (R.E.M.)

Nightswimming deserves a quiet night.
The photograph on the dashboard, taken years ago,
Turned around backwards so the windshield shows.
Every streetlight reveals the picture in reverse.
Still, it’s so much clearer.
I forgot my shirt at the water’s edge.
The moon is low tonight.

Nightswimming deserves a quiet night.
I’m not sure all these people understand.
It’s not like years ago,
The fear of getting caught,
Of recklessness and water.
They cannot see me naked.
These things, they go away,
Replaced by everyday.

Nightswimming, remembering that night.
September’s coming soon.
I’m pining for the moon.
And what if there were two
Side by side in orbit
Around the fairest sun?
That bright, tight forever drum
Could not describe nightswimming.

You, I thought I knew you.
You I cannot judge.
You, I thought you knew me,
this one laughing quietly underneath my breath.
Nightswimming.

The photograph reflects,
Every streetlight a reminder.
Nightswimming deserves a quiet night, deserves a quiet night

Written by Bill Berry, Michael Stipe, Peter Buck, Michael Mills

 

Voci precedenti più vecchie