E pure ti amo.

20180131125419010

(“Il Bacio”, Gustav Klimt, 1907-1908)

sidebardivider

Imparo da te a conoscere le pieghe del tuo viso e il calore di uno sguardo.

Imparo a tener preziosa memoria del suono di una risata e del tono della tua voce.

Imparo da te il senso delle tue dita e la passione delle pelli.

Conosco da te la parola e la pazienza, il confronto e il conforto.

Imparo a conoscere da te la tenerezza e la tenacia, la dedizione e la resistenza.

Conosco da te la libertà e il legame.

E pure ti amo, nello tempo e nello spazio.

E non conosco confini.

sidebardivider

Sardine

Io son sardina e me ne vanto
Sto insieme all’altre e intono il canto
Di chi è morto per dare a noi
La libertà che mancava ai suoi.

Si fan scelte tutti insieme di tener alti quei valori
Che unito tiene il mondo degli uomini che non han colori.

Vogliam giustizia, uguaglianza e toni moderati,
Alle sardine non piaccion gli urli sguaiati
Di chi dice che io son diverso da te
Perché vuole la parte migliore per sé.

Siamo unite e fatte di tanti colori
Perché esser diversi dentro e anche fuori
È bello come bella è la terra che amiamo
Sorta sul sangue che ancora perdiamo
Quando l’odio offusca la mente di squali
Fatti come noi ma a noi mai uguali. 

Elena B.

Onde alte

Non me le aspetto mai le onde alte,

Non riesco a prevederle.

Quindi cado, sdrucciolo, rotolo fino a riva.

Poi mi rialzo, mi metto di spalle.

Non vedo più il mare, è vero,

Ma non casco più.

Non riesco a prevederle,

Ma non mi fanno paura.

Temo invece il lento erodere dei giorni

Inutili, inermi, spenti.

E’ lì che l’anima mia si consuma 

E si bagna la miccia che rende vivi gli occhi.

Ed è così che se casco, rimango giù.

E muoio un po’,

Ad ogni risacca sulla spiaggia.

 

Come Paolo e Francesca

Immerse nel mondo le anime nobili

Corrono in circoli di vortici ombrosi

Si separano le pelli ma gli animi resistono

A folate di vento come lame taglienti

Mai lontani seppur distanti

Si cercano gli occhi, bramosi di ritrovarsi

A confermare che la strada che percorrono i passi

È sempre la stessa che li vede vicini

Si guardano e sulle labbra si accenna un sorriso

Perché chi ama davvero non sarà mai diviso

Il mondo può correre ma loro qua sono

Come Paolo e Francesca a cui non importa

Per esser felici

Il vento che fa

FilastroccAmando

Ti amo.
Continui a sentirlo forte e chiaro, vero?
Ti desidero.
La tua pelle se ne accorge per davvero?
Arricchisci la mia vita.
Lo vedi quanto raccolgo da te per render più limpido il pensiero?
Ti bramo.
Ti accorgi della fame che sazia la tua presenza nei giorni di amor sincero?
Ti voglio bene.
Sai che ho bisogno che tu stia bene, perché fa star bene me nel mio sentiero?
Ti appartengo.
Conosci quanto sia libera quando mi muovo legata a te con desiderio?
Ti amo. E già lo sai.
Ti ho già detto quanto bello sia per me che tu mi conceda il privilegio di farlo sul serio?

Voci precedenti più vecchie