Annunci

Pensieri in vacanza

Le menti semplici, senza nemmeno saperlo, forse conoscono il segreto per la felicità.  Non si fanno domande e in ogni caso le risposte che si danno o che ottengono sono giuste, senza porsi il problema, senza chiedere di più. Vanno d’istinto…e raramente l’istinto sbaglia.

Eppure la gente si lamenta per tutto, per le vespe che ronzano troppo vicine, per l’ombrellone che questo era il mio e  invece adesso ci sei tu, per il mare troppo mare, per il vento troppo vento, per il buffet che era meglio da un’altra parte. E non si accorgono che le vespe son pure belle e non le vedresti se non ti fossero vicine. Che c’è un ombrellone vuoto a due passi e con ha senso fare i prepotenti, tanto meno qua, tanto meno al mare, tanto meno in vacanza…datti una calmata… Che il mare è il mare ed è una meraviglia che non ti spieghi comunque sia e che il vento idem. Che il buffet, se era meglio da un’altra parte potevi tornare lì, ma forse il viaggio di nozze te lo sei già fatto coi soldi dei parenti l’anno prima…e sappi che ti è già andata di culo…e se adesso sei nel posto dove sono io vuol dire che non navighi nell’oro e le cose non ti vanno granché e allora non ti lamentare, accontentati di poter esserci venuto al mare a sfoggiare la tua buzza flaccida, esattamente come la mia. E  allora datti una calmata, rilassati, e prova a godere di quello che hai.

E ci sono i bambini pieni di sabbia che sembrano cotolette impanate pronte per andare in padella che ridono e giocano insieme e sono tutti amici prima ancora di aver chiesto come si chiamano, che il nome alla fine non è nemmeno poi così importante. La cosa importante è essere amici e scambiarsi palette e secchielli nei turni per andare a prendere l’acqua a riva per poi costruire piste e castelli e draghi e buchi e gallerie. E ridono e giocano. E in fondo a tutto il mare.

E poi c’è lui col quale vivo questa manciata di giorni di assoluta complicità, consapevole che non mancano poi troppi anni al momento in cui quello che potrò offrirgli non sarà più abbastanza e avrà bisogno di stimoli nuovi, di posti nuovi, e chissà… Ma intanto lui ride e tanto, fino quasi a farsela addosso, e mi dice “Mamma posso darti un abbraccio?” E mentre si stringe dentro al mio di abbraccio, offrendomi il suo: “Mamma, ti voglio bene.” E io sono felice. Ma non tanto per dire…sono proprio felice. Felice.

Annunci

Mrs BlackMamba e il suo outfit double-face

Sezione trascuratissima ultimamente questa del Dress Codema che ci volete fare…sono una donna impegnata… 🙂

Ma ecco che stasera vi presento la mia Mrs BlackMamba, il mio manichino a figura intera, acquistato usato su internet, che da qualche mese mi fa compagnia all’angolo del letto, e talvolta si offre silenziosamente volontaria per fare da attaccapanni, o porta abiti… 🙂

Non la trovate deliziosa ed elegantissima?

P1030032

(Mrs BlackMamba – foto personale)

Oggi l’ho vestita con un’abito duble-face, che mi è stato regalato dalla persona che amo l’anno scorso, sulla spiaggia di Palau in Sardegna.

Il venditore era uno dei tanti ambulanti di colore che affollano le nostre spiagge da borghesi più o meno benestanti con le loro mercanzie, uno di quelli che il mio bimbo aveva definito, e ricorda ancora, con moto quasi affettuoso un “Watusso di Sardegna“…

Perfezionato l’acquisto del mio particolarissimo estivissimo abitino coloratissimo, il “Watusso di Sardegna” aveva ‘regalato’ al mio cucciolo un braccialetto in pelle ed ematite…salvo poi chiedere 5 euro in più a me, perchè il braccialetto proprio non poteva regalarlo…

Io avevo accettato il ‘regalo’ , così tanto apprezzato da mio figlio che subito mi aveva chiesto di tenerglielo da parte per quando sarà grande…non potevo più rifiutarlo… 🙂

Nel pomeriggio della scorsa domenica, aprendo l’armadio in cerca di qualcosa da mettere per un’incerta passeggiata sotto l’imminente pioggia, me lo son trovato davanti e l’ho indossato…ma come non farvelo vedere?

Quella che vedete sotto è la versione n° 1 – Tuta

P1030162

(Versione n° 1 – Tuta – foto personale)

Il bustino elastico goffrato e i pantaloni a 3/4 larghi e sblusati, con elastici al ginocchio…

Ma…

Basta capovolgerlo sottosopra, passare la testa in un taglio del tessuto tra le gambe, studiato ad arte, infilare le braccia dove prima stavano le gambe, et voilà!!!

Ecco la versione n° 2 – Abitino 

P1030165

P1030167

(Versione n° 2 – Abitino – foto personali)

Il bustino elasticizzato e goffrato diventa una minigonna aderente, a contrasto con la blusa larga con maniche a pipistrello…

Trovo che il taglio di questo abito sia geniale!

Ammetto che il suo confezionamento non sia per niente buono, le cuciture sono storte e fatte male, ma avrei fortissima la tentazione di smontarlo, ricavarne il modello e ricucirmene un altro uguale…ma fatto meglio! 🙂

Ultima chicca, i sandali, bianchi, a listini di pelle con un motivo a foglie in pelle tagliata a vivo sul collo del piede… Riuscite ad indovinare marca e misura?

Ok, ok…è impossibile…

La risposta è Primigi Girl, numero 33…e mi stanno alla perfezione!!!!

Non ci credete????

😀