…con un cappotto in mano…

Prologo:

TAKE IT EASY!!!

Subito dopo aver pubblicato questo post, nella versione che trovate sotto, ho ricevuto un sacco di commenti seriosi!!!

Interessantissimi spunti di riflessione, non c’è che dire…ma le mie intenzioni nel raccontare il mio sogno/incubo erano molto più scherzose!!!

Prendete il mio test finale come un gioco!!! Please…

😀

Non ho mai creduto molto a tutte le storie legate all’interpretazione dei sogni…in realtà molto molto molto sporadicamente riesco a ricordare i miei sogni…al punto che spesso semplifico con me stessa e con gli altri la questione affermando che ‘io non sogno’…

Ma l’altra mattina mi sono svegliata ricordando perfettamente quello che fino a pochi istanti prima era stato il mio sogno…il mio incubo per la precisione…

E già che me lo ricordo…ve lo racconto…

” …in attesa di una visita per l’asilo insieme al mio bambino…nella sala di aspetto ci sono mia mamma e una mia zia…si affannano per diverso tempo a convincermi e convincersi che sono matta, cercando di arrivare, con un mio riconoscimento della mia situazione, a togliermi la tutela di mio figlio…io resisto con tutte le mie forze, con tutte le argomentazioni possibili, cercando di dimostrare che non sono matta, scaldandomi, alzando la voce…difendo mio figlio da loro…la mia integrità di madre e di persona dai loro attacchi… finchè mia zia, lo sguardo deciso di chi vuole chiudere la questione e si prepara a sferrare l’attacco finale, mi si avvicina, viso a viso, e mi fa a bruciapelo la domanda che definitivamente e scientificamente sancisce, in base alla risposta che viene data, se una persona è matta o meno…

la domanda è questa:

“ALLA PORTA DELLA TUA ABITAZIONE CI SIETE TU E UN’ALTRA PERSONA CON UN CAPPOTTO IN MANO… LA PERSONA STA ENTRANDO O ANDANDO VIA?”

…ci penso su…in un attimo decido che la risposta corretta è che la persona sta entrando…è una scelta di accoglienza e non di rifiuto, di apertura e non di allontanamento…la persona sta entrando…è decisamente la risposta migliore…perchè diversamente dovrebbe andar via? … rispondo a mia zia serena, sicura…è l’unica risposta possibile… mia zia scuote la testa…la risposta è sbagliata…sono ufficialmente, scientificamente matta…mi toglieranno mio figlio… inizio ad urlare e a ribellarmi…”

Mi sveglio…non di soprassalto…ma un pò agitata…mi volto…vedo il volto della persona che amo…sono al sicuro…era solo un sogno… sorrido…a suo modo è stato anche buffo,no?

Chissà che vorrà dire un sogno tanto strampalato? Può una domanda così insignificante decidere della sanità mentale o della follia di una persona? Ho risposto che ‘la persona sta entrando’…son veramente matta?

Adesso tocca a voi:

TEST: SIETE MATTI?

“ALLA PORTA DELLA TUA ABITAZIONE CI SIETE TU E UN’ALTRA PERSONA CON UN CAPPOTTO IN MANO… LA PERSONA STA ENTRANDO O ANDANDO VIA?”

A : STA ENTRANDO

B : STA ANDANDO VIA

SE AVETE RISPOSTO A:

SIETE MATTI! STAPPATE LA VOSTRA MIGLIOR BOTTIGLIA DI CHAMPAGNE PRIMA CHE ARRIVI LA NEURO CON UNA BELLISSIMA CAMICINA COI LACCI DELLA NUOVA COLLEZIONE P/E 2014!!!

AVETE RISPOSTO B?

PER IL MOMENTO L’AVETE SCAMPATA..MA SOLO PER IL MOMENTO…NON FATEVI TROPPE ILLUSIONI!!!

I’ll wait you for the next dream!!!

😀